• Home
  • NODA STUDIO: La Legge di Conversione del DL 193/2016

NODA STUDIO: La Legge di Conversione del DL 193/2016

noda_studio_-_Copia.png

La legge di conversione del DL 193/2016 ha superato il vaglio del Senato:  il decreto fiscale diventa dunque legge. Numerose le novità che ne conseguono, tra cui le principali riguardano interventi fiscali per la crescita e misure di attrazione per gli investimenti. Dal super-ammortamento per i beni materiali “strumentali” al credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo prorogato al 2020, dalla riapertura dei termini per assegnazione o cessione dei beni ai soci fino alla voluntary disclosure bis.

SUPER E IPER -AMMORTAMENTO

-       Super-ammortamento: per i beni materiali “strumentali” necessari per l’esercizio delle attività da parte di imprese ed esercenti arti e professioni acquistati entro il 31 dicembre 2017 viene rinnovata la deduzione fiscale, lungo la vita utile del bene, del 140% di quanto speso nel 2017.

-       Iper-ammortamento: il bonus di ammortamento concesso dal Governo per gli investimenti in beni digitali connessi al piano Industry 4.0 raggiunge quota 250% della spesa sostenuta (ammortizzabili dunque negli anni per un importo superiore al valore di acquisto del 150%).

CREDITO R&S

Viene prorogato fino al 2020 il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo, che passerà da 5 a 20 milioni di euro massimi annuali, mentre l’aliquota salirà al 50% per tutte le spese.

START UP INNOVATIVE

Per i contribuenti che investono capitale nelle startup innovative permangono le agevolazioni fiscali, che precedentemente erano limitate al triennio 2013-2016, e vengono innalzate e unificate le detrazioni di imposta sia per i soggetti IRPEF che per i soggetti IRES, che passano rispettivamente dal 19% dei conferimenti effettuati dai primi e dal 20% di quelli effettuati dai secondi, al 30% indipendentemente dalla natura dell’investitore, a partire dal 2017.

Per i soggetti IRPEF l’investimento massimo detraibile in ciascun periodo di imposta è pari a 1.000.000 €; per i soggetti IRES 1.800.000 €.

Viene invece confermato il periodo minimo di mantenimento di investimento di 3 anni. L’agevolazione decade, infatti, se entro 3 anni dall’acquisto della partecipazione viene dismesso l’investimento o si perdono le qualifiche di start up innovativa.

INGRESSO E SOGGIORNO PER INVESTIMENTO:

L'ingresso e il soggiorno per periodi superiori a tre mesi sono consentiti agli stranieri che intendono effettuare:

  1.  un investimento di almeno euro 2.000.000 in titoli emessi dal governo italiano e che vengano mantenuti per almeno 2 anni;
  2. un investimento di almeno euro 1.000.000 in strumenti rappresentativi del capitale di una società costituita e operante in Italia, mantenuto anche esso per almeno 2 anni;
  3. una donazione a carattere filantropico di almeno euro 1.000.000 a sostegno di un progetto di pubblico interesse, nei settori della cultura, istruzione, gestione dell’immigrazione, ricerca scientifica, recupero di beni culturali e paesaggistici, che dimostrino di presentare determinate caratteristiche.

OPZIONE PER LA TASSAZIONE SOSTITUTIVA DEI REDDITI DI FONTE ESTERA PRODOTTI DA PERSONE FISICHE CHE TRASFERISCONO LA PROPRIA RESIDENZA FISCALE IN ITALIA

I soggetti che trasferiscono la propria residenza fiscale in Italia e che non sono stati ivi fiscalmente residenti per almeno nove degli ultimi dieci periodi di imposta potranno optare per una tassazione separata dei redditi esteri, che prevede un’imposta sostitutiva per i redditi di fonte estera pari ad euro 100.000 per ciascun anno d'imposta in cui è valida la predetta opzione.

RIAPERTURA DEI TERMINI PER ASSEGNAZIONE O CESSIONE DEI BENI AI SOCI ED ESTROMISSIONE DEI BENI IMMOBILI DAL PATRIMONIO DELL’IMPRESA DA PARTE DELL’IMPRENDITORE INDIVIDUALE

Le agevolazioni fiscali per:

-       l’assegnazione e la cessione di beni ai soci;

-       la trasformazione in società semplice di società commerciali;

-       l’estromissione dell’immobile strumentale dell’imprenditore individuale;

vengono prorogate  fino al 30 settembre 2017 con le medesime modalità del 2016.

Rimangono immutate le imposte sostitutive dovute (8% o 10,5% per l’imposta sostituiva sulle plusvalenze e 13% per le riserve in sospensione d’imposta distribuite/annullate).

VOLUNTARY DISCLOSURE

Si riaprono i termini a partire dal 24/10/2016 per aderire alla procedura di collaborazione volontaria con il fisco, relativa ai redditi detenuti all’estero soggetti a tassazione in Italia, ad oggi mai dichiarati. Le istanze dovranno essere inviate entro il 31/07/2016, mentre la relazione accompagnatoria  e la relativa documentazione entro il 30/09/2017.

La novità di questa seconda versione consiste nella autoliquidazione di imposte, sanzioni ed interessi da parte del contribuente entro il 30/09/2017. In caso di versamenti per difetto delle somme dovute (riscontrati a seguito dei controlli dell’Agenzia delle Entrate) è prevista la richiesta di pagamento di una maggiore imposta, in proporzione alle violazioni riscontrate, fino ad un ammontare del 10% dell’imposta totale dovuta.

Icono economia blanco
 

Informazione
Economica e Politica