• Home
  • Nuovo regime fiscale opzionale per persone fisiche che trasferiscono la residenza fiscale in Italia mantenendo il domicilio all'estero

Nuovo regime fiscale opzionale per persone fisiche che trasferiscono la residenza fiscale in Italia mantenendo il domicilio all'estero

nicolini_commercialisti.JPG

La legge di bilancio italiana per il 2017  ( legge n.232/2016) ha  introdotto delle agevolazioni fiscali per le persone fisiche ( cittadini italiani o stranieri ) che trasferiscono la loro residenza in Italia. La norma è rivolta ad agevolare il trasferimento in Italia alle condizioni previste dalla legge di soggetti stranieri “High net worth individual” ossia persone  con patrimoni di elevato valore.

Profilo soggettivo

Possono beneficiare dell’agevolazione le persone fisiche non residenti fiscalmente in Italia negli ultimi 9 dei 10 anni antecedenti  la richiesta dell’agevolazione e che trasferiscono la loro residenza in Italia mantenendo il loro domicilio all’estero.

Profilo oggettivo

L’agevolazione consiste nell’assoggettare ad imposta sostitutiva forfettaria di € 100.000 annui i redditi prodotti all’estero in sostituzione delle aliquote progressive irpef vigenti in Italia ; non opera in questo caso il meccanismo del credito di imposta per le imposte pagate all’estero.La misura dell’imposta sostitutiva è ridotta a 25 mila euro per ciascuno dei familiari ai quali sono estesi gli effetti . E’ prevista anche a determinate condizioni una totale esenzione dalle imposte di successione e donazione sui beni ereditati all’estero. I redditi prodotti in Italia restano invece assoggettati alle aliquote ordinarie di tassazione.

Cherry Picking

Il soggetto che intende usufruire dell’agevolazione può scegliere i redditi provenienti da uno o più stati esteri da escludere dal regime agevolato “ Cherry Picking “ e farli rientrare nella tassazione ordinaria In Italia avvalendosi del credito di imposta stabilito dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni in vigore tra l’Italia e gli altri Stati.

Procedura di accesso

I contribuenti possono optare per il regime di imposta sostitutiva sui redditi prodotti all’estero nel momento della presentazione della dichiarazione dei redditi riferita al periodo d’imposta in cui è stata trasferita la residenza in Italia o in quello successivo. L’adesione va esercitata dopo aver ottenuto risposta favorevole a una specifica istanza di interpello alla Direzione Centrale Accertamento delle Entrate, mediante raccomandata A/R oppure tramite la casella di posta elettronica certificata dc.acc.nuoviresidenti@pec.agenziaentrate.it.  L’opzione può essere estesa anche a uno o più familiari del contribuente richiedente.

Cessazione e decadenza dell’opzione accesso

L’opzione di tassazione agevolata ha validità massima della durata di 15 anni dalla  prima opzione ed è comunque revocabile nel periodo in qualsiasi momento previa  comunicazione all’autorità fiscale italiana. In caso di revoca o di mancato pagamento  della tassazione sostitutiva non è più possibile presentare nuovamente richiesta di accesso al regime agevolato.

 

 

Studio Nicolini Commercialisti Associati

Via Visconti di Modrone n.38

   20122 Milano

   Tel. +39.02.76.02.15.14

   Fax. +39.02.78.05.13

  www.studionicolini.com

  www.dfkintl.comwww.dfk.it

Icono economia blanco
 

Informazione
Economica e Politica