• Home

Business lunch ospite d’onore e relatore Alberto Bombassei

 

Business_Lunch.png

il 22 settembre si terrà un business lunch sul tema “Innovazione e partnership industriali”, che vedrà come ospite d’onore e relatore Alberto Bombassei, presidente di Brembo.

14772963240015.jpg

 

La Camera di Commercio Italo-Germanica, in collaborazione con la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia, Camera di Commercio Svizzera in Italia, la American Chamber of Commerce in Italy, e the British Chamber of Commerce for Italy Vi aspettiamo:

venerdì 22 settembre alle ore 12:00

presso l’hotel The Westin Palace, Milan - Piazza della Repubblica 20, Milano.

La quota di iscrizione, inclusiva di cocktail di benvenuto e pranzo al tavolo, è di 100 € a persona per i soci della Camera di Commercio di Spagna in Italia e di 150 € a persona per i non-soci.

Sono già possibili le iscrizioni all’indirizzo eventi@ahk-italien.it in copia info@camacoes.it o telefonicamente al numero +39 02 67913224.

 1.png

 2.png

3.png

Evento Direttori HR "Il lavoro del futuro"

Incontro_Direttori_HR_horizontal.png

Lo scorso 25 Maggio, la Camera di Commercio di Spagna in Italia ha avuto il piacere di organizzare, in collaborazione con ETAss e Fiabilis, la TAVOLA ROTONDA CON I DIRETTORI HR.

L’incontro, che si è tenuto presso l’hotel NH Touring di Milano, ha dato modo ai presenti di approfondire gli aspetti connessi al Lavoro del Futuro, le sfide che esso pone e i cambiamenti che attualmente sono in corso.

In risposta agli interessanti spunti proposti dalla Dott.ssa Laura Colombo, Presidente di ETAss, sulle nuove opportunità ed esigenze che emergono per le aziende di fronte al lavoro del futuro, sono intervenuti Francesca Polti, CEO dell’omonimo Gruppo Polti e Alessandro Gallo, Partner & Public Sector Account Executive di LinkedIn. Francesca Polti ha raccontato l’esperienza della propria impresa che ha avuto la capacità di adattarsi strategicamente all’evoluzione del mondo del lavoro e di cogliere un’opportunità di sviluppo aziendale, pur in un contesto di grande cambiamento; Alessandro Gallo si è invece soffermato sull’importanza che riveste oggigiorno per le aziende il processo di head hunting, nell’individuazione e reclutamento di giovani talenti, garanzia di un personale di alto profilo per le stesse imprese.

Ringraziamo nuovamente il contributo offerto da ETAss e da Fiabilis per la realizzazione ed il successo di questo stimolante incontro.

09272da0-1d78-4afe-918f-618097e69ff4-original.jpeg

Pranzo Camera di Commercio di Spagna in Italia con il nuovo Ambasciatore spagnolo in Italia

IMG-20170524-WA0001.jpg

 

L’Ambasciatore d Spagna in Italia, Jesús Gracia Aldaz, in occasione della sua prima visita ufficiale a Milano, ha tenuto una riunione con i Consiglieri della Camera di Commercio di Spagna in Italia e successivamente ha preso parte a un atto con i soci membri della stessa Camera, presso un hotel centrale della città. Durante il suo intervento e nel successivo dibattito, si è sottolineato il momento positivo che stanno attraversando le relazioni politiche ed economiche fra Spagna e Italia e i comuni interessi dei due paesi per far fronte alle sfide attuali, come il tema dei rifugiati o quello della creazione di un’Europa più forte e unita.

Nella foto, l’Ambasciatore, affiancato dal Vicepresidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala, La Direttrice Generale della Camera Di Spagna, Inmaculada Riera e il Presidente della Camera di Commercio di Spagna in Italia, Félix Bonmatí.

Grazie anche ai nostri soci, continuiamo a crescere insieme!

 

Accordo di Collaborazione con Camera di Spagna

CAMACOES

Le Camere di Commercio all'estero firmano un accordo di collaborazione con la Camera di Spagna per lavorare insieme e rafforzare la presenza delle aziende spagnole in altri mercati. Questa collaborazione si concentrerà specialmente nel dare supporto alle aziende nei paesi di destinazione.

L'accordo è il risultato della riunione tenutasi a Madrid tra i massimi rappresentanti della Camere di Commercio di Spagna e le 35 Camere spagnole all'estero. Il presidente della Camera di Commercio di Spagna, Jose Luis Bonet, ha inaugurato l'incontro insieme alla Direttrice Generale, Inmacolada Riera, e il Segretario Generale Adolfo Díaz-Ambrona.

 "L'insieme delle Camere all'estero gioca un ruolo fondamentale nelle nostre attività di supporto nel processo d'internazionalizzazione delle nostre aziende e, nonostante siano già state attivate diverse iniziative, c'è ancora un enorme margine di miglioramento e potenzialità che dobbiamo sfruttare" ha segnalato José Luis Bonet. 

Inbenta: Nuovo Socio Benemerito

inbenta.png

Inbenta è un leader innovativo nell’Elaborazione del Linguaggio Naturale (NLP) e dell’Intelligenza Artificiale per l’assistenza ai clienti, l’e-commerce e i chatbot dialogati. L’Elaborazione del Linguaggio Naturale permette al computer di capire il concetto detto o scritto anziché individuare semplicemente parole chiavi. Grazie a ciò, i risultati trovati sono più precisi ed utili. La nostra società aiuta aziende di tutto il mondo con una soluzione facile da implementare che migliora la soddisfazione del cliente, riduce i costi di assistenza ed aumenta i guadagni. Inbenta offre servizi ad una ampia varietà di società tra le quali Vueling e Iberia (viaggi/aeronautica), Santander e BBVA (settore bancario), StubHub e Ticketmaster (eventi). I servizi di Inbenta sono disponibili in 25 lingue: italiano, spagnolo, inglese, giapponese, coreano, etc.
Inbenta fu fondata nel 2005 a Barcellona, Spagna. La prima versione beta del Motore di Ricerca Semantica di Inbenta fu distribuita nel 2010, grazie ad un team eccezionale di linguisti, architetti del software e specialisti nell’assistenza ai clienti. Inbenta è presente nel mondo con uffici in Spagna, Stati Uniti, Francia, Cile, Messico, Olanda e Giappone.

Inbenta is an innovative leader in Natural Language Processing and Artificial Intelligence for customer support, e-commerce and conversational chatbots. Natural Language Processing lets a computer really understand what is being said or typed rather than just matching keywords, this makes the results it returns more accurate and useful. The company provides businesses around the worldwith an easy-to-deploy solution that improves customer satisfaction, reduces support costs, and increases revenue. Inbenta provides services to a wide variety of enterprises including Vueling and Skyscanner (travel/aviation) Xapo and Sabadell (banking) Ticketbis and Ticketmaster (events). Inbenta services are available in 25 languages including Italian, Spanish, English, Japanese and Korean. 

Inbenta was founded in Barcelona in 2005 The first beta version of the Inbenta Semantic Search Engine was released in 2010, thanks to an awesome team composed of linguists, software architects and customer care specialists. Inbenta has points of presence across the globe including Spain, USA, France, Chile, Mexico, Netherlands and Japan. 

 

www.inbenta.com

Invitation to the Business MatchMaking Event "Business Beyond Borders" at GENERA 2017

genera.JPG

Business Beyond Borders (BBB), together with its partners and supporting organisations, would like to invite you to the business matchmaking event at

GENERA 2017

The event will take place on the 28 February – 1 March 2017

in IFEMA – Feria de Madrid (Av. Partenón, 5 - 28042 Madrid, Spain)

 If you are a Small and Medium Enterprises (SMEs) and/or Clusters, actively engaged within the field of energy and environment and you want to meet potential business partners to operate internationally

Register free of charge at http://genera2017.businessbeyondborders.info/

Only the first 200 registered companies will have a chance to participate in the matchmaking event, so do not miss this opportunity!

The deadline for registration is 23rd February 2017.

BBB event

The event will take place on the first two days of Genera 2017, in a dedicated area located in the main pavilion, conveniently situated in the central exhibition hall itself, offering high visibility and quick access. In the morning you will have a chance to participate in an interactive and international conferences with key speakers providing you with the most updated sectorial information, on technical as well as political aspects. In the afternoon the focus will shift to Business to Business (B2B) and Clusters to Clusters (C2C) meetings where you will be able to meet your future business partners and expand your network. The whole second day will be dedicated to B2B and C2C meetings which will help you to maximise your matchmaking experience with even more participants.

Click here for all information

L’AZIENDA SPAGNOLA DUPLACH VISITA ITALIA (Dal 20 al 23 Marzo)

logo_extenda_compl.jpg

Extenda, Agenzia di Promozione Estera di Andalusia informa che l’azienda DUPLACH (http://www.duplach.com/it/), ditta spagnola con sede a Cordova, specializzata nella produzione di box doccia, piatti e pareti doccia in resina e composti minerali, sarà in Italia nella settimana 20-23 Marzo.

Quest’incontro costituisce un’ottima opportunità per le imprese italiane che operano nel settore.

Per maggiori informazioni in merito all’incontro Duplach e alle modalità di adesione contattare it.d@extenda.es

SIMOF cuenta con la presencia de Italia

logo_extenda_compl.jpg

Un total de 17 empresas andaluzas de moda del sector de moda flamenca han formado parte del encuentro organizado bajo el título “Flamenco Fashion International Meeting 2017” en el Palacio de Exposiciones y Congresos de Sevilla, en el marco de Simof.

Según Extenda, Agencia Andaluza de Promoción Exterior,   han tenido lugar 136 entrevistas con agentes y compradores de Estados Unidos, Japón, Italia, China y México.

Durante los días de celebración, las empresas andaluzas de ropa, calzado y adornos flamencos han tenido la oportunidad de mostrar sus diseños en un “showroom” en el recinto ferial. Así mismo, la organización ha contado con la colaboración de las Oficinas de Promoción de Negocios de Extenda en Tokio, Milán, Nueva York, México y Shangái, mercados que tradicionalmente, y en la actualidad, presentan importantes oportunidades de negocio para el sector andaluz, según los datos ofrecidos.

Entre las empresas participantes en el encuentro, destacamos la presencia de empresas italianas: ”Tesori dal Mondo Srl” (Roma) e “Fundación Flamenca Andalusa” (Florencia).

La XXIII ediciٕón de la feria anual Simof 2017 finalizó el domingo pasado un salón que ha congregado a más de 40 diseñadores, además de la esperada celebración del Certamen de Diseñadores Noveles.

La comunidad andaluza ha exportado 683 millones de euros en moda durante los primeros once meses del año 2016, lo que supone un aumento del 12,3% respecto al mismo periodo del año anterior, un crecimiento superior en 7,6 puntos al  nacional. Esto ha supuesto un crecimiento del 14,8% entre 2011 y 2015. Málaga, en estos primeros once meses del año 2016, ha liderado el apartado de ventas. 

extenda_fashion.JPG

Collaborazione Camera - EXTENDA

camera_extenda.jpg

La Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia ha siglato un accordo di collaborazione con l'Agenzia di Promozione Estera dell'Andalusia, EXTENDA, divenendo il suo partner locale in Italia. L’agenzia ha sede presso gli uffici della Camera a Milano.

Questo accordo ha come obiettivo unire la forza e le sinergie di Extenda e della Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia, per aumentare l’export delle aziende andaluse in Italia, dare supporto alle aziende già presenti e attrarre investimenti nella Regione Andalusia. L’Italia offre opportunità molto interessanti per le aziende andaluse. Nel 2015, 1.133 aziende andaluse hanno esportato in Italia, e più della metà di esse è esportatrice regolare nel paese. L’Andalusia esporta in Italia il triplo di quello che importa, originando un surplus di € 1.200 millioni. L’Italia è il terzo mercato più importante per le esportazioni andaluse, dopo la Francia e la Germania.  

La rete esterna di Extenda offre un servizio strategico e su misura per le PMI andaluse all’estero. Con l’apertura del nuovo ufficio in Italia, Extenda rafforza la sua presenza e i suoi servizi volti all’internazionalizzazione in 33 paesi e 4 continenti.  

Questa collaborazione costituisce un accordo molto importante anche per la Camera di Commercio di Spagna in Italia, poiché permette di rafforzare la presenza della Camera in Italia e di creare un ulteriore punto di riferimento per i rapporti commerciali Italia – Spagna.

Rimaniamo a disposizione delle aziende interessate a sviluppare rapporti commerciali o opportunità di investimento con la regione Andalusia.

Per saperne di più su Extenda.

CaixaBank: Nuovo Socio Benemerito

caixabank-logo.png

CaixaBank es un grupo financiero, líder del mercado español, integrado por negocio bancario, actividad aseguradora e inversiones en bancos internacionales y en empresas líderes del sector servicios

La esencia y rasgo diferencial del Grupo es su implicación y firme compromiso con la sociedad. CaixaBank apuesta por el desarrollo de la actividad bancaria basada en los valores corporativos de calidad, confianza y compromiso social.

CaixaBank tiene la mayor base de clientes en España, con 14 millones, y es el banco principal para 1 de cada 4 clientes en España. La entidad cuenta con la red más extensa del país , con más de 5.000 oficinas y cerca de 9.500 cajeros, que se complementa con un servicio líder de banca móvil y online.
Además, CaixaBank es el décimo banco de la Eurozona por capitalización bursátil.

CaixaBank se centra en consolidar su posición de Grupo financiero líder en España y en ser reconocido de forma diferencial por su responsabilidad social, por su calidad de servicio, por su solidez financiera y por ir un paso por delante en innovación. 
CaixaBank aspira a consolidarse como el paradigma de una banca responsable y comprometida socialmente y ser una referencia en buen gobierno corporativo.

Con las recientes operaciones de fusión por absorción de Banca Cívica y de Banco de Valencia, y la compra del negocio de banca minorista, de gestión de patrimonios y de banca corporativa de Barclays en España, CaixaBank consolida su liderazgo en el mercado financiero español.


En Italia cuenta con una Oficina de representacion. Su principal objetivo es ofrecer asesoramiento a las compañías europeas sobre los productos y servicios que CaixaBank pone a su disposición para cubrir sus necesidades financieras en España. Asimismo, acompañan y ofrecen el asesoramiento necesario a las empresas españolas para desarrollar su negocio en Europa.

Están dirigidas a:

  • Matrices multinacionales con filiales en España o en países con sucursal.
  • Grandes empresas españolas y europeas.
  • Pymes de propiedad extrajera que operan en España.

www.caixabank.com

Grazie di essere stati "INSIEME SOLIDALI"!

Felici e orgogliosi di essere stati INSIEME SOLIDALI, lo scorso mercoledì 14 Dicembre, all’hotel Nhow di Milano! Ringraziamo tutti per l’attiva partecipazione e Caixabank per aver reso possibile l’evento. I fondi raccolti sono stati devoluti alla Onlus AISTMAR (Associazione Italiana per lo Studio e la Tutela della Maternità ad Alto Rischio).

Grazie_di_essere_stati.png

Management Solutions: Nuovo Socio Sostenitore

gms.jpg

Management Solutions (MS) è una società di consulenza globale, leader indiscusso nella maggior parte dei mercati in cui opera (la sua origine discende da Arthur Andersen), e con una chiara vocazione internazionale. Attualmente opera in più di 40 paesi attraverso una rete di 23 uffici (in Europa, America ed Asia). Già da alcuni anni ha consolidato la sua posizione in molti clienti finanziari ed industriali italiani ottenendone un affermato riconoscimento. Dispone di due uffici: Roma e Milano.

Management Solutions è specializzata in consulenza aziendale in un’amplia gamma di competenze -Strategia, Gestione Commerciale e Marketing, Organizzazione e Processi, Gestione e Controllo dei Rischi, Informazione di Gestione e Finanziaria, e Tecnologie Applicate. La società si caratterizza per la sua presenza globale, indipendenza, capacita analitiche differenziali  e per il suo impegno nell’effettiva implementazione delle soluzioni che disegna.

 

www.managementsolutions.com

CAMERA DI COMMERCIO DI SPAGNA IN ITALIA – CEOs FORUM

In collaborazione con LinkedIn, presso la loro bellissima sede, ieri abbiamo organizzato l’ultima tavola rotonda dell’anno “CEOs Forum”.

Ringraziamo Germano Buttazzo, Senior Manager LinkedIn, per il suo interessante intervento #SocialCEO, e Gabriella Picca, per aver reso possibile quest’incontro.

L’obiettivo del “CEOs Forum” è quello di avere un foro permanente tra gli ADs delle aziende associate per discutere temi e progetti di interesse comune, identificare possibili collaborazioni e valutare assieme problematiche o linee d’azione volte a migliorare le relazioni commerciali e non tra i partecipanti.

Grazie a tutti i CEOs che hanno partecipato e al nostro partner dell’evento LinkedIn!!  

linkedin.jpg

Saim: Nuovo Socio Sostenitore

Logo_Saim_nuovo.jpg

 

Fondata nel 1951, oggi guidata dalla terza generazione della famiglia fondatrice, SAIM S.p.A. diviene ben presto un punto di riferimento nella fornitura dei grandi gruppi automobilistici italiani e di diverse aziende nel settore marino e industriale.

SAIM ha sempre associato a prodotti di altissima qualità un servizio pre e post vendita di primo livello e un'organizzazione sul territorio tale da rappresentare per i propri clienti un partner di fiducia.

Oggi SAIM concentra la propria attività su tre aree di competenza: la nautica da diporto, le applicazioni industriali e l'engineering.

La Business Unit Marine di SAIM nasce nel 1993, anticipando il boom della nautica italiana nel mondo. Oggi SAIM Marine importa e distribuisce equipaggiamenti ad alta tecnologia utilizzati dai più prestigiosi cantieri navali italiani e stranieri. L’attività e le applicazioni spaziano dal diporto turistico alle imbarcazioni professionali. SAIM Marine si affianca al cantiere nello sviluppo del progetto ed è inoltre presente con il proprio network diretto di tre filiali (Bologna, Roma-Fiumicino e Viareggio) e di oltre 150 dealer e service shop sulle coste italiane, francesi, slovene e croate, garantendo anche all'armatore un eccellente e capillare servizio di assistenza.

La Business Unit Industrial è specializzata nel mercato delle applicazioni industriali e di motori diesel e a gas per usi terrestri (macchine agricole, macchine da lavorazione e da cantiere, mezzi speciali, ecc.), per gruppi elettrogeni e per impianti di co-generazione di energia. SAIM Industrial si pone come collegamento tra l’offerta dei produttori e le esigenze degli utilizzatori finali.

L’attività è completata da un servizio di customer support che si attiva dalla fase di progettazione e che trova nell’assistenza post-vendita il suo naturale svolgimento, seguendo il prodotto dalla progettazione alla distribuzione.

Infine, la Business Unit Engineering si è affermata come fornitore affidabile per il primo equipaggiamento di componenti e sistemi per lo sviluppo di veicoli commerciali, industriali e agricoli on & off-highway, grazie all’esperienza derivata da un passato dedicato all’automotive.

La BU Engineering è dunque un partner vero, un interlocutore sia per la fornitura di sistemi, sia per i servizi complementari di applicazioni e impianti custom, supportando i propri clienti dalla progettazione fino alla realizzazione e alla fruizione dei benefici.

SAIM S.p.A. è certificata ISO 9001:2008.

Per maggiori informazioni potete chiamare il numero 02.488531, scrivere un e-mail all'indirizzo info@saim-group.com oppure visitare il nostro sito web www.saim-group.com.

Magnus Commodities: Nuovo Socio Benemerito

logo_magnus.png

 

Magnus Commodities é una società di consulenza internazionale, specializzata nella gestione dell’acquisto di energia, in particolare elettricità, gas e diritti di emissione di CO2. Magnus, definisce e implementa strategie d’acquisto personalizzate per i propri clienti, tenendo conto delle differenti esigenze di ognuno e delle peculiarità del mercato in cui operano. La consulenza Magnus si basa su tre pilastri fondamentali: Data, Technology e Knowledge, fattori che ci rappresentano e distinguono sul mercato.

In Magnus siamo coscienti del sempre maggior rilievo che i costi energetici stanno assumendo nel bilancio delle imprese, rientrando nel ventaglio di vantaggi competitivi in grado di portare un’azienda al successo. La nostra missione come consulenti specializzati, è quella di affiancare i nostri clienti nella gestione del rischio legato alle fluttuazioni del prezzo delle commodity e nel controllo esaustivo delle voci di costo a questi associate. 

Per ulteriori informazioni:

Maria Mura

Energy Procurement Consultant

Tel. +34 931150777 Mob. +39 329 9155808

mmura@magnuscmd.com

www.magnuscmd.es/it

La Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia consegna a Cellnex Telecom il premio "Migliore Impresa Spagnola in Italia 2016"

Martedì 18 Ottobre, a Milano, di fronte ad un parterre d’eccezione, la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia ha consegnato al gruppo spagnolo questo prestigioso premio

Milano, 18 Ottobre 2016 - Cellnex Telecom, operatore di infrastrutture per telecomunicazioni wireless e per la radiodiffusione, è la “Migliore Impresa Spagnola in Italia”.

E’ questo il premio prestigioso che la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia ha consegnato a Milano, lo scorso martedì 18 Ottobre, all’attività di un’azienda giovane, altamente qualificata, indipendente e dalla vocazione europea.

foto_evento_2.JPG

Alla cerimonia erano presenti: l’Ambasciatore di Spagna in Italia, Javier Elorza; il Console Generale di Spagna a Milano, Antonio Cosano; il Presidente della Camera di Commercio di Spagna in Italia, Félix Bonmatí; la Direttora Generale della Camera di Spagna, Inmaculada Riera; il Presidente di Cellnex Telecom Francisco Reynés e l’AD di Cellnex Telecom Tobías  Martínez.

“Il premio vuole essere un riconoscimento dei valori, del rigore e dello forzo che Cellnex Telecom ha dimostrato nella sua attività, oltre che del suo impegno a sostegno del mercato italiano, contribuendo a rafforzare i rapporti economici ed imprenditoriali tra Spagna e Italia”, ha detto il Presidente della Camera, Félix Bonmati.

Cellnex Telecom, nata due anni fa dallo spin-off delle attività telecom da parte del gruppo Abertis, è oggi una società quotata all’Ibex 35, presente in 5 Paesi europei (Spagna, Italia, Francia, Olanda e Uk), con un giro d’affari di 613 millioni di Euro nel 2015, oltre 1.200 occupati e presente sul territorio europeo con oltre 17.000 sedi. In Italia, Cellnex Telecom ha acquisito nel 2015 circa 8 mila torri da Wind, diventando uno dei maggiori operatori   del Paese, con una presenza capillare su tutto il territorio. Inoltre, Cellnex Telecom ha recentemente acquistato ConsComm, azienda leader nelle soluzioni di copertura per banda larga mobile (Distributed Antenna Systems (DAS) and small cells) in grandi spazi, e ha siglato numerosi accordi di collaborazione con aziende italiane nel campo delle tecnologie per telecomunicazioni.

“Siamo in Italia, Paese di cui riconosciamo il grande talento, infatti si trova proprio a Roma uno dei nostri centri più importanti di tutto il gruppo” – ha dichiarato il Presidente di Cellnex Francisco Reynés- “Siamo un’azienda indipendente, pronta a collaborare con gli operatori tlc presenti in questo Paese e a cogliere tutte le opportunità che si presenteranno.”

Tobias Martínez, Amministratore Delegato di Cellnex Telecom, ha aggiunto: “La nostra esperienza in Italia è molto positiva. Siamo qui per sviluppare ulteriormente il nostro business, obiettivo che realizzeremo non solo grazie alle nostre capacità, ma anche grazie alla collaborazione con altri gruppi italiani specializzati nella ricerca   di soluzioni tecnologiche sempre più innovative. Cellnex, infatti, ha da sempre una vocazione europea, come dimostra la nostra presenza oltre che in Spagna, anche in Francia, Olanda e  Uk.”

Studio Legale Internazionale Dioguardi: Nuovo Socio Benemerito

logo_dioguardi.JPG

 

Lo Studio Legale Internazionale Dioguardi, forte della doppia abilitazione professionale del titolare dello studio, sia per quanto concerne l’esercizio della professione forense in Spagna che in Italia, assiste le imprese italiane e spagnole nei loro processi di internazionalizzazione nei mercati di riferimento (Italia e Spagna), nonché nei principali mercati dell’America Latina (Messico, Colombia, Perù e Cile). 

Per informazioni scrivere a Maurizio Dioguardi, titolare dello Studio Internazionale Dioguardi: maudiog@gmail.com o maudiog@icam.es 

Clinica Baviera: Nuovo Socio Sostenitore

 

logo_clinica_baviera_italia.jpg

CLINICA BAVIERA Istituto Oftalmico Europeo è un centro medico all’avanguardia nel campo dell’oculistica ed è specializzato nella correzione dei difetti visivi come miopia, ipermetropia e astigmatismo e nel trattamento di cataratta e presbiopia, due disturbi associati all’invecchiamento e che interessano la maggior parte della popolazione sopra i 45 anni. Lo staff di Clinica Baviera conta oltre 150 medici oculisti distribuiti in 70 cliniche e quattro paesi europei: Italia, Spagna, Germania e Austria. In Clinica Baviera utilizziamo tecnologie rigorosamente testate per offrire ai nostri pazienti la soluzione migliore per i loro difetti visivi.

Grazie a Clinica Baviera oltre 300.000 persone hanno trovato una soluzione ai loro problemi di vista: gli oltre 900.000 interventi realizzati dal Gruppo Baviera hanno contribuito a fare di queste cliniche un punto di riferimento per la chirurgia refrattiva in Europa.

In Italia CLINICA BAVIERA è presente con due sedi a Milano (in via Trenno 12 e via Albricci 5), una sede a Torino (in piazza Solferino 7/i) e una a Varese (Via Gioacchino Rossini 8/a).

Per i soci della Camera di Commercio Spagnola in Italia CLINICA BAVIERA mette a disposizione le proprie strutture e lo staff medico per effettuare visite oculistiche ed interventi refrattivi a condizioni vantaggiose.

Per maggiori informazioni potete chiamare il numero gratuito 800 22 88 33. 

Indirizzo web

Direct Line: Nuovo Socio Benemerito

logo_direct_line.jpg

Direct Line in Italia è una delle più grandi compagnie di assicurazione auto online con oltre 1 milione di clienti. Ai vertici del mercato italiano delle assicurazioni digitali, ogni anno si impegna a conquistare e riconquistare la fiducia dei clienti offrendo tariffe competitive e un servizio d'eccellenza.

Direct Line è parte del Gruppo MAPFRE, gruppo assicurativo globale presente in 5 continenti, leader del mercato assicurativo spagnolo, primo gruppo assicurativo multinazionale in America Latina e uno fra i 10 gruppi maggiori in Europa per raccolta premi.

BC&: Nuovo Socio Benemerito

logo_BC.jpg

BC& Studio di Consulenza Societaria, Tributaria e Legale, è uno studio professionale che nasce alla fine degli anni ’90 ed è oggi consulente di importanti gruppi societari nazionali ed internazionali nonché di diversi fondi di investimento italiani ed esteri. La struttura è composta da 5 partner e annovera complessivamente 30 professionisti tra commercialisti ed avvocati.
Lo Studio opera: in ambito societario, fiscale, tributario e legale relativamente ad operazioni di M&A e di ristrutturazione in genere sia domestiche che transfrontaliere, pianificazione fiscale, sostenibilità delle politiche di transfer pricing, consulenza societaria, fiscale e legale, rapporti con l’Agenzia delle Entrate e con la Guardia di finanza, contenzioso tributario sia nei gradi di merito che innanzi alla Corte di Cassazione.
L’approccio integrato al mercato, viene garantito anche attraverso una sinergica collaborazione tra commercialisti e avvocati che consente allo studio di fornire una qualificata assistenza in ambito più squisitamente legale sia in fase giudiziale che stragiudiziale. I professionisti dello Studio ricoprono inoltre importanti incarichi istituzionali quali amministratori indipendenti, membri di Collegi Sindacali e di organismi di vigilanza.

 

BC& Via Camperio, 14 – 20123 Milano - Tel 02.72093717 – Fax 02.86458064 www.bcand.it

Dentons: Nuovo Socio Benemerito

 

Dentons_Logo_Purple_RGB_300_png.jpg

Dentons è lo studio legale più grande al mondo, con circa 7.300 avvocati in più di 140 uffici dislocati in oltre 50 Paesi. A differenza di altri studi legali internazionali, Dentons non ha sedi centrali né una cultura dominante: professionisti di differenti background culturali e giuridici, coniugano la propria esperienza internazionale al forte radicamento nella realtà istituzionale ed economica in cui operano. Questo nostro modello policentrico ci consente la massima flessibilità nel rispondere alle esigenze dei clienti.
In un mercato sempre più complesso e concorrenziale, Dentons assicura soluzioni di qualità che consentono di chiudere un`operazione o definire una controversia praticamente ovunque nel mondo.

Il primo ufficio di Dentons in Italia ha aperto nell’ottobre 2015 a Milano, seguito dall’avvio della sede romana nel luglio 2016. Con oltre 50 professionisti offriamo assistenza legale in una vasta gamma di settori e di practice. I nostri professionisti vantano un’esperienza ventennale nell’assistenza a clienti italiani e internazionali e, supportati all’occorrenza dal team globale, offrono una consulenza integrata di elevata qualità in grado di soddisfare la clientela più sofisticata sia in Italia che all’estero. 
Per informazioni: Michele Carpagnano, socio Dentons e responsabile della practice italiana di Competition e Antitrust.

www.dentons.com

Cocuzza e associati: Brexit, prime valutazioni: lavoro, contratti e proprietà intellettuale

logo_HD.JPG

Il 23 giugno 2016 i cittadini inglesi sono stati chiamati ad esprimersi in merito alla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea, dichiarandosi in maggioranza favorevoli all’uscita del paese dall’UE.

Il referendum, consultivo e non vincolante, ha sancito sicuramente l’inizio di una nuova fase politica per il paese, a questo punto chiamato dai propri cittadini a porre in essere tutte le iniziative necessarie in sede istituzionale per lasciare la UE.

Ma gli effetti del voto inglese, Brexit appunto, si manifesteranno anche ed in maniera rilevante sul sistema di relazioni, politiche, economiche e giuridiche che oggi caratterizzano e legano tra loro tutti i paesi appartenenti alla UE, e da cui la Gran Bretagna sarà chiamata a negoziare un’uscita il più possibile indolore.

Senza alcuna pretesa di esaustività, oggi vogliamo fare un accenno a questi effetti, ipotizzando i possibili futuri scenari.

Rapporti di lavoro, previdenza e Welfare.

Tra gli effetti attesi come diretta conseguenza di Brexit, un posto di primo piano spetta sicuramente a quelli attesi sulla “mobilità” dei cittadini (e dei rispettivi rapporti di lavoro).
Ad oggi non ne è ancora chiara la portata e, con ogni probabilità, per poterne valutare costi e ricadute, bisognerà attendere gli esiti dei negoziati che la Gran Bretagna dovrà condurre con l’Unione Europea (o con i singoli paesi che ne fanno parte). E’ tuttavia possibile sin d’ora identificare gli istituti che saranno investiti dai cambiamenti più rilevanti.
Anzitutto la libertà di ingresso, permanenza e lavoro in un territorio ancora oggi europeo e sul quale qualsiasi cittadino di uno Stato membro dell’Unione Europea può attualmente entrare, circolare liberamente, sottoscrivere un contratto di lavoro, prendere una casa in affitto senza visti, autorizzazioni e provvedimenti amministrativi.
A seguito dell’uscita dall’UE, il permanere dell’anzidetta libertà dipenderà dagli accordi che la Gran Bretagna sottoscriverà con i singoli paesi comunitari.
Analoghe considerazioni valgono per i sistemi di Welfare goduti dai cittadini comunitari in Gran Bretagna e per la gestione delle posizioni contributive individuali.
In particolare, i cittadini europei che oggi si spostano da un paese all’altro della UE possono esercitare la facoltà di continuare a versare i contributi previdenziali presso lo stato di origine, per un periodo che di norma può durare sino a 24 mesi; a seguito di Brexit, anche questa facoltà verrà meno se non espressamente confermata, e la gestione della posizione previdenziale individuale dipenderà dalle intese che la Gran Bretagna raggiungerà con il singolo stato.
In ultimo, non si può evitare di pensare alla sorte dei principi generali storicamente dettati in materia di diritto del lavoro dall’UE ed oggi vigenti anche nel Regno Unito, in applicazione di Direttive Europee (flessibilità, sicurezza, orario di lavoro, trasferimento d’azienda, discriminazioni, licenziamenti collettivi etc.) ed in esecuzione di pronunce e sentenze dei giudici europei

Brexit, in linea di principio, autorizza infatti la Gran Bretagna a disapplicare il diritto comunitario, in cui rientrano a pieno titolo anche le pronunce della Corte di Giustizia.

Contratti

La legge inglese in materia di contratti non dovrebbe essere particolarmente influenzata da Brexit, posto che la materia contrattuale è principalmente governata dai principi di common law inglese, più che dalla normativa Europea. In particolare, uno dei principi cardine che vige nel Regno Unito è il “freedom of contract,” che vuole dare prevalenza all’accordo raggiunto dalle parti.
Ciò non toglie, tuttavia, che vi siano alcuni aspetti che saranno inevitabilmente inficiati dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, tra cui i seguenti

- Clausole relative alla legge applicabile al contratto

I Regolamenti Roma I (legge applicabile alle obbligazioni contrattuali) e Roma II (legge applicabile alle obbligazioni non derivanti da contratto), che impongono al giudice di un qualsiasi Stato membro di rispettare la scelta della legge applicabile al contratto effettuata dalle parti, saranno inevitabilmente disapplicati.
Per quanto riguarda la legge applicabile ad obbligazioni contrattuali, non dovrebbero esserci tuttavia significativi cambiamenti, posto che i principi stabiliti dal common law inglese in materia sono molto simili a quelli presenti nel Regolamento Roma I.
Diverso discorso deve invece farsi per la responsabilità extracontrattuale, in quanto la common law inglese in materia diverge molto dal Regolamento Roma II. In particolare, non viene ritenuto possibile per le parti negoziare la legge applicabile a questo tipo di responsabilità, a differenza di quanto previsto dall’art. 14 del Regolamento Roma II.

- Clausole che indicano l’Unione Europea come campo di applicazione del contratto

Tali clausole dovranno necessariamente essere rimodulate scorporando il Regno Unito dall’Unione Europea. Dovrà essere prestata particolare attenzione ad es. nei contratti di distribuzione, agenzia e franchising, nei quali che solitamente l’indicazione dell’ambito di applicazione rappresenta una clausola fondamentale.
Inoltre, in tali contratti dovranno essere rivalutati anche i costi relativi agli spostamenti delle persone e di beni, dal momento che il Regno Unito non farà più parte dello spazio di libera circolazione delle persone, delle merci, servizi e capitali.

- Clausole di proroga della giurisdizione a favore di un giudice inglese

Come noto fra gli Stati dell’Unione europea è attualmente in vigore il Regolamento Bruxelles I bis. Tale regolamento prevede un regime di pieno riconoscimento e libera circolazione delle sentenze ottenute in uno Stato dell’UE in tutti gli altri Stati che ne fanno parte. Una importante conseguenza dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sarà dunque che le parti di un contratto non potranno fare più affidamento su tale regime (salvo ovviamente un diverso accordo nella negoziazione in uscita). Così, chi abbia concluso un accordo di giurisdizione in favore del giudice inglese, gallese, scozzese e nord irlandese, contando sulla validità ed efficacia dell'accordo, nonché sulla circolazione della sentenza eventualmente emanata dal giudice del Regno Unito, sarà costretto a riconsiderare l'opportunità della sua scelta.

- Nuovi contratti

Sarà necessario stipulare con grande attenzione nuovi contratti, in quanto, come sopra sottolineato, vi sono diverse incertezze per il futuro, delle quali bisogna tenere conto già in sede di stipulazione. In particolare, è possibile che la normativa inglese e quella europea finiscano per divergere in materie fondamentali, quali le norme in materia di concorrenza, di privacy e trattamento dei dati personali, di protezione del consumatore, di antiriciclaggio.

Inoltre, nel calcolare i costi derivanti dal contratto, dovranno essere considerati nuovi elementi, quali costi doganali, di trasferimento delle persone e, non da ultimo, le possibili fluttuazioni monetarie di Euro e Sterlina.

- Possibile cessazione degli effetti del contratto per cause sopravvenute o di forza maggiore

A seguito di un’analisi caso per caso, sarà opportuno individuare alcuni contratti i cui effetti potranno cessare per cause sopravvenute, che ne potranno rendere particolarmente onerosa l’esecuzione per una delle parti, o di forza maggiore, qualora per i cambiamenti che avverranno sulla normativa sarà oggettivamente non possibile pretendere la continuazione del contratto. Ciò naturalmente potrà verificarsi solo in casi specifici a seguito di un’attenta analisi delle clausole contrattuali e della situazione di fatto.

Proprietà intellettuale
Per quanto concerne la proprietà intellettuale, i maggiori impatti riguarderanno la disciplina sui marchi, quella sul design e quella sul brevetto unitario e sull’istituzione delle relative Corti.

- Marchi

E’ probabile che il Regno Unito non sarà più parte del sistema vigente ai sensi del Regolamento EU 207/2009 (come emendato dal c.d. “pacchetto marchi” emanato lo scorso dicembre) e i prossimi mesi saranno determinanti per averne conferma e, in caso, comprenderne le conseguenze. E’ possibile che gli attuali titolari di marchi comunitari si vedano frazionare il proprio diritto in due parti, una UK e l’altra EU, con conseguenti ulteriori quesiti in merito alla rivendicazione della priorità delle privative.
Salvo sorprese pertanto, prima dell’uscita dalla UE, la legge inglese verrà adeguatamente emendata, verosimilmente concedendo agli attuali titolari di marchi dell’Unione Europea la facoltà di ri-registrare i relativi segni distintivi alla luce della legge inglese. Rimane tuttavia da verificare se la predetta ri-registrazione avverrà automaticamente oppure se sarà necessario un intervento da parte del singolo titolare.
In ogni caso sarà opportuna la revisione di alcuni contratti, soprattutto quelli di licenza ove per esempio il territorio si riferisce all’Unione Europea che, post Brexit, non ricomprenderà il Regno Unito.

- Design

Difficilmente l’attuale disciplina unitaria dettata a livello europeo (Regolamento sul design dell’Unione europea n. 6/2002) potrà essere ancora applicata al Regno Unito, a meno che non intervengano specifiche negoziazioni in tal senso. Come avverrà per i marchi, è lecito attendersi che il governo inglese adotterà specifici provvedimenti al riguardo in modo da disciplinare anche la priorità delle relative privative.
Oltre a quanto sopra, per quanto concerne disegni non registrati, è probabile che il Regno Unito dovrà regolamentare i rapporti intercorrenti tra la propria normativa nazionale e la protezione accordata dalla normativa europea.
La prima, infatti, protegge la forma o la conformazione (sia esterna che interna) di un prodotto o di una sua parte per una durata 10 anni dalla prima messa in commercio o per 15 anni da quando è stato creata. Viceversa la normativa comunitaria tutela l'aspetto di un prodotto o di una sua parte come risulta dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento (come avviene per il come il design registrato nel Regno Unito) e dura per 3 anni decorrenti dalla prima divulgazione al pubblico.

 - Brevetto Unitario e i Tribunali per il Brevetto Unitario

Mentre l’attuale sistema di concessione dei brevetti europei non subirà grosse ripercussioni dall’uscita del Regno Unito, grazie ai trattati internazionali che rimarranno comunque vigenti (la Convenzione sul Brevetto Europeo, il Patent Cooperation Treaty e l’accordo TRIPS), il lancio del Brevetto Unitario e la costituzione dei Tribunali per il Brevetto Unitari, la cui piena operatività è prevista per il prossimo maggio, non vedrebbe più il coinvolgimento del Regno Unito.

Conseguentemente, salvo improbabili sorprese, la tutela offerta dal nuovo strumento valido in tutta Europa non potrà essere invocata nel Regno Unito e la creazione dei previsti tre tribunali centralizzati (Londra, Parigi e Monaco) verrà rivista, con possibili chances per Milano: l’Italia, infatti, è al terzo posto per deposito di brevetti annuali, uno degli aspetti, assieme al numero di sentenze emesse, qualificanti per vincere la gara.

Giulia Comparini, Domenica Cotroneo, Giacomo Gori

www.cocuzzaeassociati.it

Supporto ai Soci nell’ambito delle Risorse Umane

Logo_CCSI_-_ITA_completo.jpg

 Ricerca di personale

Il servizio prevede la pubblicazione di offerte di lavoro attraverso differenti canali:
- Pubblicazione nell’area dedicata dei siti www.camacoes.it  e www.empleoitalia.it

- Invio di un’e-mail personalizzata al database della Camera
- Pubblicazione nella newsletter dei soci
- Pubblicazione sui profili Linkedin e Facebook della Camera


 Formazione Finanziata

Servizio di supporto nell’accesso ai finanziamenti e nella gestione amministrativa di progetti di formazione finanziati dai diversi Fondi europei, nazionali e regionali, ed in particolare dai Fondi Paritetici Interprofessionali, tramite un nostro partner, società specializzata nel settore.
Un’opportunità per tutte le aziende interessate a investire nell’aggiornamento, nello sviluppo e nel consolidamento delle competenze delle proprie risorse


 Formazione Linguistica

Corsi linguistici one-to-one o di gruppo tramite un nostro partner

 

 Formazione Manageriale

Accesso a programmi di formazione manageriale (Executive Education e MBA) tramite due soci della Camera: IESE Business School e IE Business School

 

 Organizzazione di tirocini aziendali in tutto il territorio europeo

I tirocini hanno una durata di 6 mesi, non comportano alcuna spesa per l’azienda ospitante e prevedono un rimborso spese per il tirocinante (copertura assicurativa inclusa)

 

 From Member to Member

Accesso a promozioni dedicate ai soci

Career Day, SAVE THE DATE: 30 Giugno

logo_22.jpg

 

Perché un Career Day?

In chiusura del Programa Jóvenes la Camera di Commercio di Spagna in Italia, in collaborazione con l'Università Bocconi, organizza un Career Day destinato a promuovere l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. L'evento si terrà presso l’Hotel nhow di Milano, giovedì 30 giugno dalle 10.00 alle 14.00. 

Chi sono i partecipanti al Career Day?

L’evento coinvolgerà i ragazzi che, in questi mesi, hanno frequentato Programa Jóvenes: giovani spagnoli di età compresa tra i 18 e i 35 anni residenti in Italia. Non solo: per ampliare il più possibile l'offerta di lavoro, abbiamo aperto la partecipazione anche a tutti i madrelingua italiani che vogliono entrare in contatto con le realtà aziendali presenti all'evento. Non c'è nessun limite di età per partecipare. Per partecipare all'evento come partecipante, compila il modulo di partecipazione - partecipanti.

Che vantaggi riceve l’azienda che sceglie di partecipare?

Partecipare al Career Day permette alle aziende di entrare in contatto con i candidati che mettono a disposizione il proprio talento per entrare a far parte delle realtà aziendali. Tramite l’orientamento e la formazione ricevuti durante le sessioni svolte in Camera, i giovani madrelingua spagnoli hanno le basi per essere competitivi nel mercato del lavoro. 

Come iscrivere l'azienda al Career Day?

Per far parte dell'evento Career Day basta compilare il modulo di iscrizione

Cos’è Programa Jóvenes?

Dallo scorso mese di febbraio la Camera di Commercio di Spagna in Italia, in collaborazione con il Ministerio de Empleo y Seguridad Social, ha proposto la creazione di un progetto realizzato per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani spagnoli residenti in Italia. Il programma, destinato ai giovani, ha offerto diversi servizi che hanno toccato i temi del lavoro, imprenditoria, tirocini e formazione in Italia. 

Festival del cine español

programma-Milano-A4.jpg

Da venerdì 27 a domenica 29 maggio, si proietteranno nell'Auditorium San Fedele (www.centrosanfedele.net) alcuni dei migliori film spagnoli dell'ultima stagione cinematografica. Tutti i film saranno in versione originale con i sottotitoli in italiano.

Domenica 29 maggio, l'attrice Rossy de Palma chiuderà il festival come madrina d'onore del evento. 

 

Per ulteriori informazioni visita:

http://www.cinemaspagna.org/programma/

Pharma Boardroom: interview with Yolanda Gimeno – Managing Director, Spanish Chamber of Commerce in Italy

pbr_logo.jpgThe MD of the Spanish Chamber of Commerce in Italy takes stock of the prevailing business winds between the two countries as both economies complete their emergence from the shadow of the global financial crisis. Citing the important contribution of entities such as Banca Farmafactoring in providing liquidity to pharmaceutical and biomed companies, she observes a return to normality and flourishing of bilateral trade relations.

Yolanda, in your experience as Managing Director at the Spanish Chamber of Commerce in Italy, how would you characterize the trade relationship between Italy and Spain?

The trade relationship between our two countries has always been of an excellent nature. Historically, we have been very close, not only on an economic level where each is one of the other’s largest trading partners, but also on a political level. Given the environment in both countries after the crisis, especially today with growth returning to our economies, we are seeing a lot of interest from Spanish companies willing to invest in Italy. This is further helped by the fact that there are also a lot of cultural similarities between Italy and Spain, especially in the corporate world. For example, the corporate structure of our companies is very similar in that both countries have a lot of SMEs and family-owned businesses. The average size of a pharmaceutical company in Spain is well below that of most European pharmaceutical companies, another similarity to Italy.

Finally, both countries were forced to implement heavy austerity measures which, although painful, are now starting to pay off with the recovery gathering momentum. Encouraging economic data in both countries is improving the business environment, which is leading to a simultaneous increase in foreign investment.

Do you believe then that the reforms both countries implemented during the crisis have led to an improved business environment?

I think so, the crisis led to a structural change and this has now eased access for foreign investment as well focusing the actions of both our governments on pushing through serious measures to boost the economy and facilitate the conducting of business.

What services does the Chamber offer to help ease the entry of Spanish companies into the Italian market?

Our Chamber was founded in 1953, and has today become an indispensable organization representing and promoting the interest of our companies. Despite the crisis we have significantly increased our membership base including the addition of some of the most important and influential Spanish and international companies. Our members are companies which have established or are establishing operations in Italy and in Spain, and we help them carry out their business in the most efficient manner possible. To that end we offer each company customized services to fit their individual needs including administrative and promotional services in Italy. Our real strength however lies in our network of well-established Spanish and international companies in Italy upon which new members can rely for advice and support during their transition and expansion period. The Chamber has a strong relationship with the General Managers and CEO’s of its member companies and can help new members gain access to their experience and advice through events hosted by the Chamber.

These events can be thematic in nature, or general meeting points. We also put our members in touch with events in which they might be interested and which are hosted by other member companies, such as an event held recently on the new patent regulations which might be relevant to our pharmaceutical and innovation-oriented members.

What elements do you view as crucial to new companies, especially SMEs looking to penetrate the Italian market?

When many people think of investing in Italy, the first thing that comes to mind is the importance of knowing the right people. However more important to success is a good understanding of the market. Every market has its own characteristics, and companies often come with the often mistaken belief that as this is another European market it will be quite similar to that of their home country. This is where the Chamber can play a major role, in helping them to a better understanding of the key success factors and unique characteristics they will have to face when doing business here.

What are some of the challenges Spanish companies face when entering the Italian market?

They face much the same challenges as any company looking to enter a new market. They need to understand the regulatory framework first of all, which can appear quite convoluted on arrival. The Chamber helps here again, not only by providing them with information ourselves but also by putting them into contact with reliable third-party specialists within our network capable of helping them through their difficulties. These can take the form of legal aid, consulting or existing members of the Chamber who have had the same challenges in the past.

How do you do you see the business environment for innovative companies specifically?

We as a Chamber focus heavily on innovation, and for Spanish companies this is an essential growth driver. They have realized the importance of investing in the development of innovative capabilities in order to sustain and improve their competitiveness further down the line.

Just to give you an example, Almirall entered in the Italian Market over 10 years ago, and today  is well established thanks its dermatological prescription portfolio and some innovative treatments as Sativex the “first in class” treatment indicated for muscular spasticity in SM patients.

How does Banca Farmafactoring, a bank started by pharmaceutical companies in Italy, help provide financial support to pharmaceutical and biomed companies?

Banca Farmafactoring has been a member of the Spanish Chamber in Italy for a number of years. Being leaders in Italy, they approached the Chamber at a time when they were entering the Spanish market. They specialize in providing liquidity to pharmaceutical and biomedical companies by purchasing their credits towards public hospitals in Italy, Spain and Portugal, which tend to have long payment terms.

Governments across Europe are trying to reduce payments terms of the public administration, but, given that these initiatives take time, Banca Farmafactoring provides an effective and efficient solution to its customers.

Banca Farmafactoring has been active in Spain since 2010 and in Portugal since 2014.

On a general basis, I think SMEs in both countries are having an easier time gaining access to capital now that stability is returning to the markets. Governments are also looking to promote employment and investment among these companies which has led to systems and tools target at boosting their ability to help drive growth in this regard.

Moving forward, what is your vision for the Chamber and its role in stimulating trade between Italy and Spain?

I think the level of trade between our countries will continue along the historically excellent levels we have seen. The Chamber will play its part in ensuring this by working closely with its members, institutions and other key stakeholders in our markets with the aim of boosting foreign investment for both countries. Our aim is to become the leading business organization for fostering ties between Italy and Spain and to continue to increase the value we generate for our members.

Credit: Pharma Boardroom  

Leaseplan e la Camera di Commercio Spagnola in Italia incontrano Simone Moro e Alex Txikon

5M3A5384.jpg

Il 21 aprile a Milano, in collaborazione con NH Hotel Group, LeasePlan e la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia hanno organizzato un incontro con Simone Moro e Alex Txikon, i due alpinisti che hanno raggiunto gli 8.125 metri del Nanga Parbat Himalaya, per la prima volta durante la stagione invernale, entrando così nella storia dell'alpinismo mondiale.

Introducendo la serata, il presidente della Camera Félix Bonmatí Fernández ha fatto gli onori di casa lasciando poi la parola ad Alfonso Martinez, amministratore delegato di LeasePlan Italia e moderatore della serata, che ha intervistato insieme a Mediaset i due alpinisti.

Grande appassionato della montagna, Martinez ha illustrato, nel corso della serata, il parallelismo tra montagna e azienda mostrando come i valori della montagna sono declinabili anche nelle nostre aziende e nei modelli manageriali.

I due atleti hanno affascinato gli ospiti con il racconto della loro grande avventura, sottolineando sempre il ruolo cruciale dell'altro e della squadra per il successo dell'impresa.

Più che il “solo talento”, sono la dedizione, la passione e l'impegno che consentono di traguardare vette considerate da tutti irraggiungibili.

“La montagna richiede preparazione e coraggio, passione e analisi dei rischi” – afferma Martinez – “porta a oltrepassare i propri limiti e a ricercare sentieri innovativi. La montagna è capacità di ascolto ma anche riflessione e introspezione; è senso di appartenenza e identità, è capacità di lavorare in squadra e avere fiducia, lealtà reciproca. In definitiva, il raggiungimento di una vetta come il successo di un’azienda è sicuramente un obiettivo importante ma deve portarci a comprendere anche ciò che sta oltre un risultato del genere, in termini di valori e di emozioni.”

 

5M3A5159.jpg

 

 

Business Lunch con il Vicepresidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani

gimeno_tajani.JPG

 

L’incontro organizzato dalla Camera di Commercio Italo-Germanica in collaborazione con The British Chamber of Commerce for Italy, la Chambre de Commerce Française e la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia,  era focalizzato ai temi della re-industrializzazione, energia e migrazione.

Antonio Tajani, Vicepresidente del Parlamento Europeo, è stato ospite d’onore e relatore dell’ incontro approfondendo il tema “Le sfide dell’Europa: re-industrializzazione, energia, migrazione”.

(Nella foto, da sinistra Yolanda Gimeno de Esteban - Segretario Generale Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia, John Law - President of the British Chamber of Commerce for Italy, Antonio Tajani - Vicepresidente del Parlamento europeo, Jὅrg Buck - Delegato dell’Economica Tedesca, Consigliere Delegato AHK Camere di Commercio Tedesche all’Estero)

In Spagna sulle orme di Mirò

spanish-tourism-logo.jpg

La mostra dedicata a Miró esposta al Mudec di Milano dallo scorso 25 marzo è una grande retrospettiva con oltre 100 opere, in un percorso cronologico che ricostruisce l’attività dell’artista, che provengono per la maggior parte dalla collezione della Fundació Joan Miró di Barcellona e da quella della famiglia dell'artista.

Dal 25 marzo al 11 settembre Milano celebra Miró con una grande mostra retrospettiva presso il Mudec - Museo delle Culture. La mostra “Joan Miró. La forza della materia”, che conta sulla partnership dell’Ente Spagnolo del Turismo, è un appuntamento molto importante per il turismo spagnolo, dato che fu proprio Mirò a creare 33 anni fa l’inconfondibile logo con il sole, sempre attuale ed incisivo, immagine che tutti i turisti identificano con la Spagna.

Joan Miró nacque a Barcellona nel 1893 e fu qui che presentò la sua prima mostra personale ed anche il luogo in cui nacque la sua unica figlia. Questa incredibile città è ricca di tracce di Miró come la Fondazione Joan Miró, creata dallo stesso artista e dove si trovano alcune delle sue opere più rappresentative. Altri luoghi mironiani in città sono il Parco Joan Miró che custodisce l’imponente scultura di oltre 20 metri d’altezza “Donna e Uccello”, il mosaico del Pla de l’Os sulle Ramblas, uno dei punti più visitati della città, e il cimitero del Montjuïc, circondato da vegetazione mediterranea e con vista sul mare, luogo di sepoltura dell’artista.

A Mont-roig del Camp, un paese della provincia di Tarragona che si trova a circa 120 chilometri da Barcellona, l’artista trovò un suo rifugio. Nel 1911 Miró si ammalò di tifo e trascorse la propria convalescenza in una masseria che avevano acquistato i suoi genitori in zona. Sembra si sia innamorato del luogo e della natura, poiché dopo trascorse parecchio tempo, e quei paesaggi gli hanno sempre dato ispirazione. Lui stesso affermò “tutte le opere sono nate a Mont-roig”. Una delle sue opere principali, “La Masía” è basata su questo luogo. A Mont-roig si può visitare l’Eremo della Vergine delle Rocce (dove il rosso della roccia lo affascinò) e la Platja de la Pixerota, in cui disegnava le famose stelle mironiane. Inoltre, al Centre Miró si può seguire un percorso attraverso “gli originali degli originali”, sui luoghi che hanno ispirato Miró e che ha immortalato in famosi quadri.

Secondo Miró "Maiorca è realmente un paese splendido, in certi luoghi si ritrova ancora la freschezza dei primi giorni della creazione". La relazione di Miró con Maiorca è speciale: sua madre era maiorchina, lì sposò Pilar Juncosa e lì vi morì. Nel 1956 Miró si trasferì definitivamente a Palma di Maiorca, in quanto lì fece costruire una casa e il laboratorio che sempre aveva sognato, progettato dal suo amico Josep Lluís Sert. Nel 1981, due anni prima della sua morte, la città di Palma si accordò con l’artista per la creazione della Fundació Pilar i Joan Miró a Maiorca, alla quale i Miró donarono degli studi ubicati nel quartiere La Bonanova dove per molti anni l’artista aveva lavorato. La vedova di Miró mise i terreni e i fondi necessari per costruire il museo dove oggi è esposta l’opera che ha maggiori legami con l’isola in un edificio progettato dall'architetto Rafael Moneo.

In occasione della mostra di Mirò, l’Ente Spagnolo del Turismo, in collaborazione con l’Instituto Cervantes e il Mudec, organizza il Mudec incontra la Spagna, un ricco calendario di attività volto a promuovere la peculiarità della cultura iberica, attraverso le opere di Joan Mirò, uno degli artisti che meglio hanno saputo interpretarne lo spirito. Il progetto vuole essere un’occasione di approfondimento storico e culturale del Paese e nel contempo proporre un nuovo modello economico di valorizzazione del patrimonio artistico e turistico spagnolo, al fine di far conoscere al grande pubblico gli aspetti meno noti della Spagna.

I visitatori alla mostra avranno, inoltre, l’opportunità di vedere in anteprima un video omaggio al logo di Miró prodotto dall’Ente Spagnolo del Turismo a Milano e realizzato dall’agenzia O Estudio Creativo di Barcellona.

#miromudec

#mirodaydream

#spagnalmudec

www.mudec.it/ita/miro/

www.spain.info/it

 

 

CLICCA E CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO CLICCA E CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO 

Il Mudec incontra la Spagna: il programma completo


IL MUDEC INCONTRA LA SPAGNA

– Programma -

#spagnalmudec

 

 

16 APRILE 2016

Ore 18.30

Conferenza “Bilbao, la trasformazione urbanistica”

Mercedes Rodriguez Laurrauri, direttrice di Bilbao Turismo –ente di promozione della città- parlerà sullo sviluppo della città, la sua trasformazione urbanistica e le dinamiche e corrispondente effetto nell’area metropolitana e regioni vicine.

Luogo: Mudec – Auditorium

Coordinamento: Ente Spagnolo del Turismo

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

18 APRILE 2016

Ore 18.30

Proiezione del film “Snacks. Bocados de una revolución”

Un film che racconta l’origine, l’evoluzione e la situazione attuale e futura della gastronomia spagnola. Una rivoluzione fatta “a morsi” in 50 minuti da alcuni dei suoi protagonisti principali, alcuni dei migliori chef della Spagna e del mondo.

Luogo: Mudec – Auditorium

Coordinamento: Ente Spagnolo del Turismo

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

23 APRILE 2016

Ore 15.45 alle 17.00

Laboratori ¡Hola Miró! 

In questo laboratorio, attraverso le opere dell'artista catalano, i più piccoli potranno avvicinarsi allo spagnolo, seconda lingua di comunicazione a livello internazionale. A partire di alcune delle opere in mostra, i piccoli visitatori scopriranno la nuova lingua e infine saranno in grado di realizzare una piccola presentazione di se stessi in spagnolo.

Luogo: Mudec – Mudec Lab

Coordinamento: Instituto Cervantes

Attività a pagamento. Prenotazione consigliata fino a esaurimenti posti

 

 

06 MAGGIO 2016

Ore 18.30

Incontro sul Cammino di Santiago con motivo dell’inaugurazione della mostra fotografica del fotografo Tommaso Pini dedicata a questo famoso itinerario, patrimonio dell’umanità. La mostra rimarrà aperta fino alla fine del mese di maggio presso le vetrine al piano espositivo del Mudec

Luogo: Mudec – Auditorium

Coordinamento: Ente Spagnolo del Turismo

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

21 MAGGIO 2016 (attività programma Piano City)

Ore 19.30

Concerto “La musica intorno a Miró” della pianista Maria Dolores Gaitán

L’inquietudine di Joan Miró nel nutrirsi delle altre arti come la musica e la poesia hanno contribuito in modo significativo alla creazione delle sue opere più importanti come “Constelaciones” ed è da questa simbiosi che nasce il programma musicale-visivo “La musica intorno a Miró”

Luogo: Mudec – cortile

Coordinamento: Instituto Cervantes

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

28 MAGGIO 2016

Ore 15.45 alle 17.00

Laboratori ¡Hola Miró! 

In questo laboratorio, attraverso le opere dell'artista catalano, i più piccoli potranno avvicinarsi allo spagnolo, seconda lingua di comunicazione a livello internazionale. A partire di alcune delle opere in mostra, i piccoli visitatori scopriranno la nuova lingua e infine saranno in grado di realizzare una piccola presentazione di se stessi in spagnolo.

Luogo: Mudec – Mudec Lab

Coordinamento: Instituto Cervantes

Attività a pagamento. Prenotazione consigliata fino a esaurimenti posti

 

 

10 GIUGNO 2016

Ore 19.30

Recitale poesia Luis García Montero

Luogo: Mudec – Nuvola

Coordinamento: Instituto Cervantes

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

15 GIUGNO 2016

Ore 18.30

Conferenza "Joan Miró, la poesia della pittura" di Juan Manuel Bonet Juan Manuel Bonet ex direttore del Museo Reina Sofía di Madrid, critico e storico dell’arte parlerà sull’opera di Miró e della sua ripercussione nel mondo

Luogo: Mudec – Auditorium

Coordinamento: Instituto Cervantes

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

 

 

16 GIUGNO 2016

Giornata Mondiale delle Tapas #Tapasday

Con motivo della celebrazione della giornata mondiale delle tapas, l’Ente Spagnolo del Turismo organizzerà delle attività speciali presso il Mudec.

Luogo: Mudec  

Coordinamento: Ente Spagnolo del Turismo

 

 

10 SETTEMBRE 2016

Ore 18.30

Concerto di chiusura “Aromi di Sefarad” di musica sefardí (tre culture: cristina, musulmana ed ebraica)

Luogo: Mudec  

Coordinamento: Instituto Cervantes

Ingresso libero fino a esaurimenti posti

Infojobs, Partner del Programa Jóvenes

info__logo_-_Copia.JPG

INFOJOBS PARTNER del Programa Jóvenes

 

 

La Camera di Commercio Ufficiale Spagnola in Italia, è lieta di annunciare l’ingresso nel Programa Jóvenes di Infojobs in qualità di Partner.

Programa Jóvenes, realizzato in collaborazione con il Ministerio de Empleo y Seguridad Social, come cita il sottotitolo “Ayudando a jóvenes a construir futuro “, risponde alle esigenze delle generazioni che si affacciano al mondo del lavoro. Per questo, i destinatari sono i giovani spagnoli di età compresa tra i 18 e 35 anni residenti in Italia.

Per le info sul Programa Jóvenes clicca qui


Le attività proposte si adattano alle necessità individuali di ogni candidato.

La presenza di Infojobs, in qualità di Partner del Programa Jóvenes, contribuisce a dare importanza al progetto.

Presente in Italia dal 2004, con 6,3 milioni di candidati e 79.000 aziende iscritte nel 2015, Infojobs è il punto d’incontro tra le aziende che ricercano i talenti e i candidati alla ricerca di un nuovo lavoro o avanzamento di carriera. 

L'obiettivo principale di Infojobs è quello di mettere facilmente in contatto i candidati con il miglior impiego possibile attraverso un servizio puntuale e preciso focalizzato su ogni singola persona con il fine di ottimizzare le sue possibilità.

Dal 2009 fa parte di Schibsted Media Group, gruppo internazionale di comunicazione presente in 29 paesi e con più di 7.800 dipendenti.

Registro Consular

3_2_1_TUCONSULADO_G.jpg

REGISTRO CONSULAR

 

Los españoles residentes en el extranjero deben inscribirse en el Registro de Matrícula Consular correspondiente a la demarcación en la que tienen su domicilio.

Es obligatorio para participar al Programa Jóvenes.

 

¿A QUE SIRVE?

La inscripción les permitirá renovar su documentación, poder acreditar que sois residentes en el extranjero y participar en los procesos electorales que se convocan en España, salvo en las elecciones municipales.


¿QUÉ DOCUMENTOS SIRVEN PARA INSCRIBIRSE?

Para inscribirse deben acudir a la Oficina Consular en cuya demarcación residen, acreditar su residencia, identidad y nacionalidad española con la documentación correspondiente y rellenar un formulario, con sus datos entregando una fotografía y cumplimentar el impreso "Declaración explicativa de elección del municipio de inscripción en el PERE/CERA".

 

¿EL REGISTRO SUBSTITUYE EL CODICE FISCALE ITALIANO?
No, el Codice Fiscale es un documento diferente. Es fundamental para cualquier tipo de trámite administrativo, incluso para cobrar un cheque en el banco. Su uso podría compararse al del NIF español, con la diferencia de que en Italia existe a mayores una “carta d’identità” cuyo número no es el codice fiscale.

Si lo necesitas visita esta pagina

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/strumenti/modelli/modelli+in+altre+lingue/modulos/aa4+8+spagnolo

 

 

¿DONDE SE ENCUENTRAN LAS OFICINAS DEL CONSULADO IN ITALIA? 

Puedes inscribirte en una de las oficinas que encuentras en el link siguiente:

http://www.ufficiovisti.com/index.php/europa/spagna/631-ambasciata-spagnola-in-italia-e-consolati

 

 

¿SI UN ESPAÑOL RESIDENTE EN EL EXTRANJERO CAMBIA DE DOMICILIO?

Es muy importante tener en cuenta que si en el futuro un español residente en el extranjero cambia de domicilio, debe comunicarlo al Consulado, para que su inscripción tenga permanentemente los datos actualizados.

Se aconseja a los españoles que se encuentran temporalmente en el extranjero que se inscriban en el Registro de Matrícula Consular correspondiente al lugar donde se encuentran como "no residentes" (descargar formulario) para permitir que en caso de activarse programas de emergencia se pueda contactar por parte del Consulado con todos los españoles de la demarcación consular.

 

 

PARA LOS ESTUDIANTES

También se aconseja a los estudiantes que realicen cursos en el extranjero o se desplazan al exterior durante una temporada que se inscriban como "no residentes"- (documento adjunto), en el Consulado correspondiente. Dicha inscripción permitirá en caso de necesidad que las familias puedan contactar con sus allegados a través del Consulado. También es conveniente la inscripción para facilitar la sustitución de la documentación si se produjera el robo o la pérdida del pasaporte, pues al estar previamente identificados y constar la documentación que tenía al llegar, el Consulado tiene todos los elementos para poder documentar a quien ha sido víctima del robo de su pasaporte (en este caso deberá siempre denunciarse el robo o la pérdida del pasaporte ante la policía local del país donde se encuentre). Con su inscripción como no residente, el ciudadano puede votar por correo en los diferentes procesos electorales.

 

 

BAJA CONSULAR

Los españoles residentes en el extranjero que trasladen su residencia a España o a otro lugar del extranjero pueden solicitar su baja (documento adjunto)  en el Registro de Matrícula Consular. A su llegada al nuevo lugar de residencia deberán darse de alta en el Padrón Municipal o en el Consulado correspondiente a su nuevo domicilio.

La Baja consular facilita a los españoles que regresan a fijar su residencia en España ciertos trámites en relación con la entrada en aduanas de sus enseres, así como de otro tipo, por lo que es muy útil solicitarla antes de finalizar su estancia en el extranjero. Además, el certificado del período completo de residencia y matrícula en una jurisdicción consular sirve de justificante oficial sobre la totalidad de tiempo residido en el extranjero. 

Finalmente, cabe observar que aquellos españoles que se dieran de alta en un Registro de Matrícula Consular pero no dieran razón al Consulado de la continuidad de su residencia efectiva en el extranjero durante el año siguiente a la fecha del alta causarán baja de oficio. De ahí la importancia de mantener un contacto periódico con la Oficina Consular.

 

Para otras informaciones llama al Consulado o visita la pagina web del consulado

http://www.exteriores.gob.es/consulados/milan

Bienvenido en Programa Jóvenes

logo_Jovenes.jpg

 

¡Bienvenido en Programa Jóvenes!

Ayudando a jóvenes a construir futuro

 

Programa Jovenes ha empezado. Ha llegado el momento de comenzar a trabajar juntos.

Te ayudamos a construir un futuro.

A partir de la proxima semana inauguraremosel Servicio de Orientación profesional.

Si quiereis solicitar una sesión personalizada, escribe un email a empleo@camacoes.it adjuntando una fotocopia de tu DNI y del registro consular. Fijaremos la cita según el orden de llegada de la solicitud.

La ventanilla de orientación abrirá todos los jueves desde las 9:30 hasta las 13.30 dentro de nuestras oficinas de Milán, Via Torino 51.

Cada sesión durará aproximadamente 50 minutos.

Es imprescindible fijar cita previa.

 

Mantente informado de los nuevos eventos, talleres, jornadas de orientanción.

Sigue las actualizaciones en nuestra página web o en nuestro Facebook.

 

 

Hasta Pronto

 

delantera.jpgtrasera.jpg

Programa Jóvenes

logo_Jovenes.jpg

La Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia presenta

PROGRAMA JÓVENES

Parte oggi un nuovo ambizioso progetto dedicato agli spagnoli under 35 residenti in Italia

Gentili Soci,

dall’inizio del 2016 la Camera di Commercio di Spagna in Italia si è a lungo impegnata per sviluppare un nuovo progetto che, in data di oggi, siamo lieti di presentarvi.

Oltre allo scambio di beni e servizi per scopi commerciali, Italia e Spagna hanno in comune molti giovani che per turismo, studio o lavoro decidono di spostarsi e fare nuove esperienze.

Molti di loro scelgono di trasferirsi per entrare in un mercato diverso e competitivo. Non tutti hanno la fortuna di trovare subito un’occupazione che possa garantire una situazione stabile.

Considerando l’alto tasso di disoccupazione presente nei nostri paesi, ci stiamo impegnando per aiutare i giovani nella formazione, con lo scopo di migliorare ed aumentare le loro capacità  e competenze.

Proprio per rispondere alle esigenze delle generazioni che si affacciano al mondo del lavoro, nasce “Programa Jóvenes”: un servizio gratuito destinato ai giovani spagnoli di età compresa tra i 18 e 35 anni residenti in Italia, realizzato in collaborazione con  il Ministerio de Empleo y Seguridad Social.

Un modo semplice ma efficace per l’integrazione socio-lavorativa dei giovani spagnoli.

Il sito del programma consente agli interessati di caricare il proprio curriculum e di consultare una pagina con le offerte di lavoro sempre aggiornate.

Nel servizio è previsto un modulo di formazione focalizzato sulle tecniche attive per la ricerca di lavoro e sugli sviluppi della competitività nel mercato attuale.

Nel corso del progetto, a disposizione dei candidati, un esperto sarà disponibile per fornire un orientamento personalizzato alla ricerca del lavoro.

Tra gli eventi, sono previsti periodici incontri durante i quali le aziende avranno la possibilità di conoscere di persona i giovani candidati.

Allo stesso tempo per le aziende, l’iscrizione al progetto comporta la possibilità di fare networking e disporre di candidati che, a seguito della formazione ricevuta durante il programma, aggiungono valore alle loro abilità lavorative e ulteriori skills al proprio bagaglio di competenze.

Per ulteriori informazioni potete scrivere a Francesca Piras alla mail empleo@camacoes.it o chiamare il numero (+39) 02.99990320

Spagna: crescita economica robusta nonostante un leggero rallentamento

Esportazioni nette: negative per 2015 e 2016; neutrali per il 2017

Yolanda Gimeno, Segretario Generale della Camera di commercio di Spagna in Italia, traccia per Tribuna Economica la situazione del Paese

Ad inizio febbraio la Commissione Europea ha migliorato le previsioni di crescita per l’economia spagnola. La Commissione, inoltre, ha sottolineato che il nuovo governo spagnolo dovrà attivare misure addizionali per adempire agli obiettivi di deficit pubblico, che si attesterà al 3,6% nel presente anno e si posizionerà intorno al 2,6% il prossimo.

tribuna_economica_articolo.JPG

Le previsioni d’inverno della Commissione Europea confermano il trend positivo dell’economia spagnola nei prossimi anni (2,8% nel 2016 e 2,5% nel 2017); queste nuove previsioni migliorano quelle pubblicate lo scorso mese di novembre e superano le previsioni avanzate per i grandi paesi della zona euro. Sulla base delle previsioni europee, la domanda interna sarà l’elemento trainante dell’economia, supportata da una bassa inflazione e da un progressivo miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro.

Yolanda Gimeno, Segretario Generale della Camera di commercio di Spagna in Italia, spiega ai nostri lettori la situazione del Paese

 

Segretario Gimeno, in Spagna rallenta la crescita ma le aspettative sono di rimanere robusta…

Secondo gli ultimi dati pubblicati lo scorso 4 febbraio dalla Commissione Europea, si prevede che la crescita economica rimanga robusta nonostante un leggero rallentamento. Questo ottimismo derivada una sostenuta creazione di posti di lavoro, migliori condizioni di finanziamento, una maggiore fiducia e bassi prezzi del petrolio. Per quanto riguarda l’inflazione, si aspetta che torni a valori positivi anche se bassi, mentre la disoccupazione è in continua diminuzione. Il deficit pubblico si prevede che si riduca ulteriormente grazie alla ripresa economica.

Di conseguenza, l'economia Spagnola si aspetta sia cresciutadel 3,2% nel 2015 e si prevede che cresca ulteriormente del 2,8% e del 2,5% nel 2016 e 2017, rispettivamente, come conseguenza della domanda interna.

Per quanto riguarda gli investimenti in attrezzature è previsto un rallentamento, nonostante riflettano ancora una crescita a buoni ritmi, sostenuti dalle ottime prospettive della domanda, dalle condizioni di finanziamento favorevoli e dalla prevista ripresa delle esportazioni. Gli investimenti delle costruzioni, dopo aver registrato un aumento nel 2015, nel 2016 si prevede che avranno una lieve flessione, per poi ritrovare lo slancio, trainata principalmente dalle dinamiche delle costruzioni non residenziali, in particolare gli investimenti pubblici. Gli investimenti residenziali dovrebbero prendere forza.

 

Quali sono le previsioni sul fronte esportazioni?

Ci si aspetta che le esportazioni rimangano forti, con quelle riguardanti i beni in progressiva ripresa, alimentate da continui miglioramenti della competitività e dal recupero della crescita nei principali mercati di esportazione della Spagna. Tuttavia, mentre le importazioni dovrebbero rallentare in linea con la domanda finale, ci si aspetta di continuare a sorpassare le esportazioni.

Di conseguenza, le esportazioni nette mostreranno una crescita negativa nel 2015 e 2016 e rimarranno sostanzialmente neutrali per il 2017. L’avanzo delle partite correnti dovrebbe aumentare al 1,5% del PIL nel 2015, per poi successivamente restringersi a causa del declino in termini di scambi commerciali. I prestiti esterni netti dovrebbero ridursi dal 2,0% del PIL nel 2015 al 1,7% nel 2017.

Per la Spagna, l’Italia continua a rimanere storicamente uno dei principali partner commerciali.

 

…ma la crescita dell’occupazione rimane moderata….

Nonostante la leggera decelerazione, la creazione di nuovi posti di lavoro è rimasta molto forte nella seconda metà del 2015. La forza lavoro ha registrato una piccola espansione, limitando il calo del tasso di disoccupazione al 21,2% nel terzo trimestre del 2015, con una diminuzione più attesa nel quarto. La disoccupazione dovrebbe continuare a cadere oltre l'orizzonte di previsione, al di sotto del 19% entro il 2017.

I ribassi per la previsione di crescita derivano principalmente dall'incertezza che circonda la formazione del nuovo governo.

 

Che cosa ci può dire in merito a spesa e deficit?

Spinto da una forte crescita economica e l'effetto positivo delle migliori condizioni di finanziamento, le finanze pubbliche spagnole hanno continuato a migliorare nel 2015. Dopo aver raggiunto il 5,9% del PIL nel 2014, il rapporto di deficit pubblico si è ridotto di ulteriori 0,5 punti percentuali nei primi tre trimestri del 2015 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il ritmo di riduzione del disavanzo è tuttavia calante nonostante la rapida crescita del PIL.

Nonostante i tagli delle imposte sul reddito personale, le entrate fiscali totali hanno retto bene, aiutate da una forte ripresa della domanda interna e le entrate delle imposte sui redditi d’impresa. La spesa pubblica si prevede  essere cresciuta più rapidamente nella seconda metà dell'anno rispetto alla prima metà, con notevoli aumenti di consumi intermedi e di investimenti pubblici.

La riduzione del deficit dell’amministrazione pubblica continuerà a fare affidamento in larga misura sulle positive prospettive macroeconomiche.Nel complesso, si prevede che il deficit sia sceso al 4,8% del PIL nel 2015 e si possa ridurre al 3,6% nel 2016 e, sotto l'ipotesi di politiche invariate, di un ulteriore punto percentuale nel 2017. I rischi a queste previsioni di deficit dipendono dall'incertezza riguardante il grado di contenimento della spesa, soprattutto a livello di governo regionale.

Come risultato della riduzione del deficit e di una più forte crescita del PIL nominale, il rapporto debito pubblico dovrebbe raggiungere un picco nel 2016 al 101,2% del PIL per poi scendere a 100,1% nel 2017.

 

In questo contesto economico come continua a posizionarsi la Camera di Commercio Ufficiale di Spagna in Italia?

Negli ultimi anni la Camera ha vissuto una forte crescita, per me è un chiaro segnale che stiamo lavorando nella direzione giusta, dando supporto e aggiungendo valore alle nostre aziende associate.

Andando avanti, vogliamo continuare ad essere il punto di riferimento per i rapporti economici Italia-Spagna, promuovendo lo scambio commerciale, identificando sinergie e opportunità di collaborazione tra i nostri soci.

 

Tribuna Economica

 

Nuova FanPage della Camera su Facebook

Captura_perfil.JPG

Presentiamo la nuova fanpage di facebook della Camera di Commercio Ufficiale Spagnola in Italia.

https://www.facebook.com/camaradecomercioespanolaenitalia/

Uno strumento che ci permetterà di aprire nuovi canali di comunicazione e di aumentare la visibilità della Camera e dei soci con un pubblico più ampio.

L’obiettivo è di raggiungere quegli utenti che utilizzano normalmente i social media come strumento di comunicazione.

La pagina è sotto il nome “Cámara de Comercio Española en Italia"

Spagna e Italia; una relazione sempre più solida e duratura

Articolo_Novembre_2015.PNGLo scorso anno mi trovavo a riflettere sui forti legami che uniscono i nostri paesi, in particolare su un bilancio export-import che vede Italia e Spagna come partner di riferimento sia come principale mercato d’interesse sia come principali fornitori. Quest’anno mi piacerebbe approfittare dell’arrivo di due novi soci, Cellnex Telecom e The European House – Ambrosetti, per rivolgere uno sguardo d’insieme al network della Camera.

La storica relazione commerciale tra i due paesi rimane assolutamente solida, e viene rafforzata da nuovi investimenti come l’acquisto delle torri per le trasmissione di telecomunicazioni vendute da Wind a Cellnex Telecom. L’azienda che fa parte del Gruppo Abertis e che pochi mesi ha fa ha
preso in gestione l’autostrada “La Serenissima”. Da alcune settimane la Camera ha accolto con piacere fra i suoi associati una nuova azienda italiana. Parliamo di The European House – Ambrosetti, che risulta tra i migliori think tank privati a livello mondiale e con la quale abbiamo
organizzato un incontro dedicato agli Amministratori Delegati delle principali aziende operanti sui mercati spagnolo e italiano.

Alcune delle conclusioni di The European House – Ambrosetti sottolineano le similitudini fra i due paesi. Spagna e Italia sono agli ultimi posti all’interno dell’Unione Europea per quanto riguarda la qualità del mercato del lavoro (disoccupazione, età media dei lavoratori, produttività, percentuale di occupazione femminile, etc.), e la capacità di attrarre business (doing business indicator). Iniziare un’attività in Italia costa addirittura un quaranta volte in più che in Danimarca; le cose migliorano leggermente per quanto riguarda la Spagna (tre volte meno dalla Italia), che resta comunque lontana dai paesi di riferimento. I segnali incoraggianti nei confronti delle due prime economie del Mediterraneo però non mancano e le aspettative tra gli imprenditori sono sensibilmente migliorate nell’ultimo anno. Per il 2016, la Camera confida in una crescita del
PIL in entrambi paesi e anche sul fronte della disoccupazione i numeri stanno cambiando tendenza. Bisogna anche sottolineare quei settori dove continuiamo a ricoprire un ruolo di primissimo piano: servizi, nel caso della Spagna, e manufacturing, in riferimento all’Italia.

Il mio articolo vuole trasmettere un messaggio di ottimismo, pur nella convinzione che le riforme da fare per riprendere il posto storico occupato dai nostri paesi siano ancora molte. In conclusione, vorrei fare un breve riferimento all’andamento della Camera nell’ultimo anno, facendo riferimento alle belle aspettative di cui parlavamo prima. L’associazione ha aumentato di un 20% il numero di soci da gennaio e ha
svolto un importante ruolo di supporto ad Expo 2015 in costante collaborazione con il Padiglione Spagna, visitato fino a settembre da oltre tre milioni di visitatori. Chiudo con l’augurio che il 2016 possa essere un anno di successi tanto per la Camera che per entrambi i paesi. 

 

Una pubblicazione di Box Media
Rapporto Estero - Novembre 2015

KAMMATECH: Nuovo Socio Benemerito

KAMMATECH_logo.png

 

 

Kammatech Consulting nel corso dei suoi 15 anni di esperienza, si è specializzata in servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali, di sicurezza informatica e di consulenza finalizzata allo studio di soluzioni volte a ottimizzare i costi di infrastruttura tecnologica delle telecomunicazioni (telefonia fissa e mobile – linee dati internet), migliorando i processi di comunicazione attraverso l’applicazione delle tecnologie multimediali, internet e mobile.

Alla combinazione fra approccio innovativo e competenze tecnologiche, si unisce l’estrema attenzione verso gli aspetti di integrazione, a loro volta rafforzati dalle competenze e dalla capacità progettuale della capo Gruppo ATS-Advanced Technology Solutions.

Un modello di business multidisciplinare che valorizza le singole professionalità e che rende Kammatech interlocutore riconosciuto e qualificato per lo studio e la realizzazione di soluzioni finalizzate alla razionalizzazione di processi complessi e mission critical, sempre più presenti anche nelle PMI.

Le competenze Kammatech si esprimono fortemente sui processi di comunicazione, visti come punto nevralgico di ottimizzazione e razionalizzazione delle infrastrutture, ma anche come occasione di innovazione dei processi e dei servizi di business.

Insieme alla capo Gruppo ATS-Advanced Technology Solutions, opera ai vari livelli di progetto con studi di fattibilità, project management, analisi dei requisiti, disegno di architetture, fino alla system integration, agendo in modo progressivo su più aree, ma sempre con una visione globale finalizzata a presidiare:

  • l’ottimizzazione dei costi dell’infrastruttura tecnologica
  • l’automazione delle comunicazioni di business
  • l’innovazione delle comunicazioni con i clienti.

Kammatech Consulting S.r.L.

Via Montefeltro, 6 | 20156 Milano (IT)

Tel.: +39 02 312694

www.kammatech.com

 

Condecoración al Presidente de la Cámara

DSC_0878.JPG

El pasado 6 de octubre, el Embajador de España en Roma, D. Javier Elorza, condecoró al Presidente de la Cámara de Comercio de España en Italia, D. Félix Bonmati. La Encomienda de la Orden del Mérito Civil que le fue concedida es un reconocimiento oficial de la extraordinaria labor de dinamización y fortalecimiento de la Cámara en Italia llevado a cabo por el Presidente en beneficio de las relaciones económicas y comerciales hispano-italianas. La ceremonia se celebró en el hotel ME Milán il Duca. 

THE EUROPEAN HOUSE - AMBROSETTI: Nuovo Socio Benemerito

Ambrosetti_the_european_house.png

 

 

The European House - Ambrosetti è un gruppo professionale attivo sin dal 1965 e cresciuto negli anni in modo significativo anche grazie al contributo di molti Partner, con numerose attività in Italia, in Europa e nel Mondo.

Il Gruppo conta sette uffici in Italia e dodici uffici esteri, oltre ad altre partnership nel mondo. La sua forte competenza è la capacità di supportare le aziende nella gestione integrata e sinergica delle quattro dinamiche critiche dei processi di generazione di valore: vedere, progettare, realizzare e valorizzare.

Per ognuna di queste esigenze, The European House - Ambrosetti ha messo a punto servizi, strumenti e metodologie originali adatte a realtà di diverse dimensioni, contesti geografici, aree di business, in tre diverse aree di attività: Consulenza di Direzione; Servizi di Aggiornamento; Workshop e Forum.

Il Gruppo beneficia di un patrimonio di relazioni internazionali ad altissimo livello nei vari settori di attività, compresi i responsabili delle principali istituzioni internazionali e dei singoli Paesi.

www.ambrosetti.eu

TICKETEA: Nuovo Socio della Camera di Commercio Spagnola in Italia

ticketea_NL_.png

Ticketea è una piattaforma tecnologica per organizzare, promuovere e vendere eventi e biglietti online e al box office. È la finestra attraverso cui millioni di persone scoporono eventi e acquistano ingressi in modo sicuro. Una realtà internazionale presente in Spagna, Italia, Germania, Regno Unito e Portogallo.

È una società spagnola, fondata da Javier Andrés nell 2010 e oggi leader nel ticketing online.. Funziona in modo semplice, professionale, conveniente, multicanale, completo e flessibile, per addattarsi ai bisogni degli organizzatori.

 

Servizi Ticketea

Ticketea: finalista degli “Event Technology Awards 2015” come “Best Ticketing & Visitor Registration Technology” e “Best Event Management Software

DISCOVERY: Nuovo Socio Benemerito

Discovery_Italia.JPG

In Italia, Discovery è presente dal 1997. Oggi Discovery è il terzo editore televisivo italiano per share complessiva, con il 7% e ha un portfolio di 14 canali distribuiti su diverse piattaforme: digitale terrestre free (Real Time, DMAX, Giallo, Focus,  i canali per bambini K2 e Frisbee e Deejay TV); SKY (Discovery Channel/+1 e in HD, Discovery Science, Discovery Travel&Living, Animal Planet, Real Time/+1 e in HD,  DMAX/+1, Giallo, Focus, K2, Frisbee, Deejay TV, Eurosport ed Eurosport 2), Mediaset Premium (Discovery World, Eurosport ed Eurosport 2) e TivùSat (Real Time, DMAX, Deejay TV). Grazie al coraggio di osare, al desiderio di ricercare e produrre contenuti innovativi, Discovery Italia sta attivamente contribuendo allo sviluppo di una nuova cultura televisiva nel nostro Paese, scardinando gli stereoptipi con canali che sono veri e propri love brand per gli spettatori e benchmark di eccellenza e innovazione nel mercato dei media.

Dal 2014, inotre, Milano è diventata il quartier generale della nuova region Southern Europe di Discovery Networks International che comprende Italia, Spagna, Portogallo e Francia.

www.discovery-italia.it

BURGER KING: Nuovo socio Benemerito

Burger_King_Italia.png

BURGER KING®

BURGER KING® è la seconda catena di ristorazione di hamburger più grande del mondo: il primo ristorante è stato fondato da James McLamore e David Edgerton nel 1954. Dopo soli tre anni è partita la commercializzazione del WHOPPER®, il più famoso prodotto della catena che ha decretato l'inizio di una lunga carriera di successo.

Oggi oltre 11 milioni di persone visitano ogni giorno i ristoranti BURGER KING®. L´hamburger WHOPPER® è stato ordinato più di due miliardi di volte, diventando il più popolare al mondo.

La storia di BURGER KING®

Il primo ristorante BURGER KING® ha aperto nel 1954 a Miami, USA. Nel 1963 è stato aperto il primo ristorante al di fuori degli Stati Uniti, a Puerto Rico. Sei anni più tardi, è stato aggiunto all'elenco il Canada. Nel 1975 BURGER KING® ha raggiunto l'Europa, aprendo il primo ristorante del vecchio continente, a Madrid. Nel 2009 è stato aperto il ristorante BURGER KING® numero 12.000 che si trova a Pechino, in Cina. Il primo ristorante BURGER KING® in Russia è stato inaugurato nel 2010.

Oggi BURGER KING® è presente a livello globale con più di 14.000 ristoranti in circa 100 paesi.

BURGER KING® in Italia

In Italia BURGER KING® ha inaugurato il primo ristorante, a Milano, nel 1999 in piazza Duomo. Oggi siamo presenti sul territorio con 127 ristoranti. Nel gruppo sono attualmente impiegate circa 3.000 professionisti divisi tra la sede centrale e i ristoranti. 

Il marchio è sviluppato in Italia dalla società Burger King Restaurants Italia s.r.l. sotto la supervisione di Joaquìn Salvo Puebla, che ricopre il ruolo di General Manager.

La nostra responsabilità e i nostri prodotti

Tutte le aziende sono responsabili dell'ambiente, delle risorse e della società in cui viviamo e in BURGER KING® è posta una particolare attenzione a questi aspetti.

I punti di forza e di riconoscibilità di BURGER KING® come marchio sono la carne alla griglia, la preparazione dei prodotti al momento, l’utilizzo di verdure fresche e un portfolio prodotti che comprende, oltre gli hamburger, insalate, snack, dessert e bibite.

La maggior parte dei fornitori appartengono alla filiera italiana mentre le verdure, sempre fresche, vengono acquistate direttamente sui mercati locali.

I nostri dipendenti

BURGER KING® rispetta I principi della meritocrazia e la predisposizione personale dei suoi dipendenti, dando loro l’opportunità di crescere all’interno dell’Azienda e migliorare così la loro situazione occupazionale.

Tutti i dipendenti di BURGER KING® trascorrono, ogni anno, diversi giorni di lavoro in uno dei ristoranti della catena, in modo da conoscere l'intero processo di produzione e essere in grado e di prendere decisioni per migliorare sempre la qualità dell’offerta.

ASCON: Nuovo socio Sostenitore

t1bkvxww.ftz.logo.png
 

ASCON è una società di servizi che opera in Italia e all’estero sin dal 1977 particolarmente specializzata nel settore della consulenza amministrativa, contabile e fiscale di società e professionisti. Assiste quindi i propri clienti nella gestione quotidiana di tutti gli adempimenti amministrativi, contabili e fiscali ed in tutte le fasi della vita aziendale.

Nel corso degli anni, grazie all’esperienza acquisita, Ascon ha cercato di affinare e modulare la propria gamma di servizi in funzione delle specifiche esigenze della propria clientela fornendo sempre consulenze specifiche altamente professionali e qualificate.

Intatti, grazie alla multidisciplinarità del team di professionisti, Ascon è in grado di assistere i propri clienti in tutte le fasi di internazionalizzazione ed allo stesso tempo, è in grado anche di ma assistere le aziende straniere che decidono di operare in Italia sia direttamente che per il tramite di una stabile organizzazione oppure una branch o una vera e propria società commerciale.

ASCON, mediante il proprio team di professionisti esperti con pluriennale esperienza, è in grado di offrire una vasta gamma di servizi altamente professionali ai propri clienti sia italiani che esteri garantendo la massima efficienza e la migliore soluzione adattata al caso specifico.

www.asconitalia.it

9 REN: Nuovo socio Sostenitore

9REN.png

Oggi siamo uno dei maggiori operatori del mercato fotovoltaico chiavi in mano che da oltre dieci anni è attivo nel mondo del solare.

Tra Italia Spagna e Israele abbiamo realizzato 200 MW di impianti fotovoltaici di cui 122 MW per clienti terzi e 78 MW di proprietà del Gruppo.

Ogni mese gli impianti da noi realizzati generano oltre 12.000 MWh di energia elettrica, equivalenti al fabbisogno elettrico di circa 45.000 famiglie. Inoltre svolgiamo attività di gestione e manutenzione (O&M) impianti fotovoltaici e di impianti eolici.

Per i nostri clienti gestiamo circa 570 sistemi fotovoltaici per un totale di 160 MW e forniamo servizi di manutenzione impianti da fonti rinnovabili. Operiamo anche nel solare termico dove abbiamo realizzato 183 grandi impianti.

Realizziamo impianti e servizi in grado di rispondere a tutte le richieste del mercato:

  • servizi di gestione e manutenzione impianti fotovoltaici ed eolici
  • impianti fotovoltaici per la tua azienda
  • servizi e prodotti per l'efficienza energetica

In un'ottica di servizio completo per la gestione energetica, supportiamo i nostri clienti nella corretta gestione dell'energia nelle proprie imprese attraverso l'applicazione del modello ESCo (Energy Service Company).

Attraverso 9REN People offriamo soluzioni personalizzate per i clienti Small Business e per il settore residenziale: attraverso interventi di audit energetico, illuminazione efficiente, realizzazione di impianti solari e climatizzazione.

Con uno staff di partner tecnici proponiamo alle aziende e alle famiglie servizi energetici integrati con soluzioni e interventi ad hoc per ridurre, controllare e ottimizzare i consumi.

IESE Business School: Nuovo socio Benemerito

IESE_logo_web.png

Dal 1958, i programmi dell’IESE, la scuola di business dell’Università di Navarra, hanno l’obiettivo di fornire un’esperienza di formazione unica a imprenditori e dirigenti di tutto il mondo, che consenta loro di crescere come leader e come persone, di dare una spinta alla loro organizzazione e di favorire lo sviluppo di ciò che li circonda, per contribuire al progresso della società. Per questo, IESE adotta un approccio di direzione generale e si appoggia a una ricerca rigorosa dei problemi rilevanti per le aziende.

IESE sviluppa le sue attività in un ambiente di respiro internazionale, combinando un approccio globale con la comprensione delle caratteristiche uniche di ogni paese o regione. Attualmente, la scuola dispone di campus a Barcellona, Madrid, New York, Monaco di Baviera e San Paolo del Brasile.

La presenza di IESE nella Camera di Commercio rappresenta una chiara scommessa della scuola di amministrazione d’impresa sull’economia e sulle aziende italiane. IESE riconosce così l’importanza dell’Italia come fonte di talento direttivo su scala mondiale, che la scuola ha contribuito a espandere grazie ai numerosi e brillanti alunni italiani che hanno seguito i suoi programmi di formazione.

Il legame con la Camera di Commercio offre ai dirigenti e agli imprenditori del paese la possibilità di stabilire un contatto diretto e proficuo con IESE, considerata dal Financial Times la prima scuola del mondo nei programmi di formazione di dirigenti.

Salutiamo tutti i nostri alunni della camera e tutte le aziende, molte delle quali già collaborano con noi in tutta Italia e in altri paesi.

International Executive Education 

www.iese.edu/en/executive-education

Contatto IESE Business School: 

Jaume Núñez Mestre

Director Southern Europe

Business Development - Open Programs, Executive Education

Email: jnunez@iese.edu

URBASER: Nuovo socio Sostenitore

URBASER_1.jpg

 

ACS, Actividades de Construcción y Servicios, es referencia mundial en las actividades de infraestructuras, servicios industriales, energía y medioambientales. URBASER, es la cabecera del área de medio ambiente dedicada a desarrollo de actividades de: limpieza viaria, recogida R.S.U y especiales, tratamiento, reciclaje y valorización energética, gestión energética integral, gestión de zonas verdes, gestión integral del ciclo del agua. Urbaser cubre toda la cadena de valor en la prestación de estos servicios, desde el diseño y realización del proyecto hasta la financiación y ejecución de mismo con un equipo profesional altamente cualificado.

La prolongada experiencia de URBASER en el mercado español, tanto en tratamiento de residuos como de servicios urbanos, junto con su compromiso con la innovación tecnológica le ha llevado a reforzar su posición en el mercado europeo durante los últimos años, especialmente en Portugal, Francia y Reino Unido, así como consolidar sus actividades en Latinoamérica y Norte de África, destacando como objetivo para los próximos años su desarrollo en Norte América, Resto de Europa (Italia), Asia y Oriente Medio.

www.urbaser.com

Premio FEDECOM: NH empresa del año 2015

LA FEDERACIÓN DE CÁMARAS OFICIALES DE COMERCIO DE ESPAÑA EN EUROPA, ÁFRICA, ASIA Y OCEANÍA (FEDECOM) CONCEDE SU PREMIO EMPRESA DEL AÑO 2015 A NH HOTEL GROUP

logo_fedecom.jpg

NOTA DE PRENSA 

Premio_FEDECOM.jpg

FEDECOM destaca la continua búsqueda de la excelencia y el liderazgo internacional de NH Hotel Group.

- El Presidente del Gobierno, Mariano Rajoy, ha hecho entrega de la distinción con ocasión de la celebración del Día de España en la EXPO UNIVERSAL – Milán 2015

Milán, 15 de junio 2015. FEDECOM, asociación que reúne a las doce Cámaras Oficiales de Comercio de España establecidas en Europa, Asia, África y Oceanía y cuya labor consiste en dar seguimiento a las iniciativas de la Unión Europea que inciden directamente en el mundo empresarial y en apoyar el desarrollo económico y comercial a nivel internacional, ha concedido la distinción de Empresa del año 2015 a NH Hotel Group, operador multinacional con cerca de 400 hoteles y 60.000 habitaciones en 29 países de Europa, América y África.

Aprovechando la visita del primer ministro español con motivo de la celebración del día de España en la Exposición Universal de Milán, FEDECOM ha querido reconocer la labor de NH Hotel Group impulsando la internacionalización de la Compañía y su compromiso con la excelencia en el servicio.

La calidad de los activos del Grupo, su ubicación privilegiada en el centro de las principales ciudades del mundo y su constante esfuerzo para garantizar experiencias que superen las expectativas de los consumidores, son algunas de las fortalezas que han permitido al Grupo alcanzar una posición de liderazgo en Europa y América.

Juan Rodríguez-Villa, Presidente de FEDECOM, ha comentado que “cuando vivimos en el extranjero o viajamos con frecuencia fuera de España, nos sentimos orgullosos de descubrir las enseñas de NH Hotel Group en el paisaje de tantas ciudades del mundo, en las fachadas de prestigiosos edificios y en las mejores zonas urbanas. Si hacemos uso de las facilidades que ofrecen los hoteles NH encontraremos, aquí y allá, referencias a la calidad de los servicios, el guiño sabroso a la gastronomía española o el detalle decorativo que nos acerca a casa”.

Por su parte Federico J. González Tejera, CEO de NH Hotel Group, ha mencionado que “el reconocimiento de un prestigioso organismo que está presente en todas las ciudades del mundo en las que operamos y que impulsa con tanta dedicación y pasión el desarrollo de las relaciones económicas y comerciales a nivel internacional, supone un verdadero orgullo para todos aquellos que formamos parte del Grupo y nos anima a seguir creciendo y transformando la Compañía para ofrecer experiencias memorables y convertir a NH Hotel Group en el destino de referencia de los consumidorescuando planifiquen un viaje o una reunión por ocio o por negocio”.

El Presidente y el Consejero Delegado de NH Hotel Group, Rodrigo Echenique y  Federico J. González Tejera, han recibido el galardón en el Pabellón de España de la Exposición Universal de Milán de manos del Presidente del Gobierno Mariano Rajoy, en un acto que ha contado con la participación de José Luis Bonet, Presidente de Cámara de Comercio de España.

Sobre NH Hotel Group

NH Hotel Group (www.nh-hotels.com) ocupa el tercer lugar del ranking europeo de hoteles de negocios. La Compañía opera cerca de 400 hoteles con casi 60.000 habitaciones en 29 países en Europa, América y África y en destinos tales como Ámsterdam, Barcelona, Berlín, Bogotá, Bruselas, Buenos Aires, Düsseldorf, Frankfurt, Londres, Madrid, México DF, Milán, Múnich, Nueva York, Roma o Viena.

_IMG1357.jpg

Icono economia blanco
 

Informazione
Economica e Politica